REGOLAMENTO CGIL – DELIBERA N.2 NORMA ANTIDISCRIMINATORIA – COMITATO DIRETTIVO DEL 6 E 7/7/1999

DELIBERA REGOLAMENTARE N. 2 – NORMA ANTIDISCRIMINATORIA

2.1. Sulla base di quanto previsto dall’art. 6 – lettera h – dello Statuto della Cgil, la norma antidiscriminatoria ha carattere vincolante per l’intera organizzazione.

2.2. Il Segretario generale di ogni struttura ha la responsabilità della sua piena applicazione.

2.3. L’applicazione parziale o la non applicazione della norma determina una violazione statutaria.
Norma transitoria: dalla data di approvazione del seguente dispositivo da parte del Comitato direttivo nazionale, intercorre un tempo di 12 mesi entro il quale le strutture dovranno – se del caso – rimuovere le ragioni della non applicazione della norma antidiscriminatoria. Nelle categorie in cui la presenza di uno dei due sessi sia superiore all’80% del totale degli addetti, il tempo di adeguamento arriva fino alla conclusione del prossimo congresso di ogni struttura.

2.4.Organo competente nel caso di ricorso è il Collegio di verifica competente o il Csn.

Roma, 6-7 luglio 1999