“Referendum” Esulta il costituente Scalfaro

27/06/2006
    marted� 4 giugno 2006

    Pagina 2 – Interni

    IL CASO

      Grande festa alla Cgil per il comitato del No . L�ex presidente: con me il Cavaliere perde sempre

        Esulta il costituente Scalfaro
        "Ha vinto la Carta del ‘48"

          Bassanini rivela: Bossi aveva invitato me e D�alema a cena per convincerci a votare S�

            ALESSANDRA LONGO

              ROMA – �Ha vinto la Costituzione del �48, nata dai sacrifici, dalle lotte, dal sangue! Una Costituzione viva, attuale, che ci ha garantito una vita serena, improntata alla solidariet�, una Costituzione capace, sia pur con qualche sofferenza, di difendere anche il valore della pace…�. Il Padre Costituente Oscar Luigi Scalfaro � un uomo felice. Lui, la Carta degli italiani, contribu� a scriverla. Ora, in qualit� di presidente del Comitato per il no, � riuscito a salvarla. Che la vittoria sia �indiscutibile, assoluta, giuridicamente rilevante�, lo si capisce presto, quasi subito. Il presidente emerito della Repubblica � sorridente, tonico, ringiovanito. Si concede ai microfoni nella sala stampa della sede nazionale della Cgil poco dopo il fischio d�inizio della partita dei Mondiali. S�, � andata benissimo, sussurra Scalfaro ai compagni di viaggio del Comitato Salviamo la Costituzione, Franco Bassanini, Sandra Bonsanti, Leopoldo Elia: �Quello l�, con me, le ha sempre perse tutte, o meglio, diciamo che non ha mai vinto�. Nessun nome: chi vuol pensare a Berlusconi lo faccia pure, la frase � buttata l�, con soave nochalance, senza insistere, senza calcare la mano e la parola, perch� �oggi ci troviamo di fronte ad una grande vittoria e bisogna dire basta all�odio e alle polemiche e tornare a dialogare�.

              Un assaggio di spumante per il brindisi, un�occhiata al calcio, Scalfaro si prende il suo giorno di gloria. Accanto a lui, Guglielmo Epifani, padrone di casa, rende omaggio �ai lavoratori, ai pensionati e ai giovani�: �Senza di loro non avremmo vinto�. E c�� anche Piero Fassino, l�umore di chi vede schiarirsi l�orizzonte, di chi ha superato l�ultimo scoglio: �Adesso si pu� davvero ripartire�. Dunque la Costituzione � salva, quel pasticcio che tanto piaceva a Speroni e Calderoli, � stato cancellato dalla volont� popolare. �Tamquam non esset�, come se non esistesse, sancisce l�ex presidente della Repubblica che ricorda i difficilissimi anni di lavoro del Comitato per il no, e ironizza sulla scarsa disponibilit� dimostrata nei suoi confronti dai canali televisivi, in specie Mediaset: �Mi hanno lasciato girare l�Italia nel riserbo pi� totale. Credo che nelle tiv� e sulla stampa ci fosse una speciale disposizione a tenere il sottoscritto in silenzio…�.

              Ora si prende la rivincita, intervistato da tutti: �Io sono la toga rossa, il comunista, quello che ha fatto dire ad una signora di certo intellettuale: "Voto s� perch� Scalfaro vota no". Man mano che arrivano i dati, il senatore a vita vede allontanarsi lo sfregio alla Carta: �Abbiamo sgomberato il tavolo dalla riforma costituzionale voluta dal centrodestra. La loro proposta � stata messa nel nulla dal popolo italiano. Ora il nuovo tavolo � pulitissimo, sopra non c�� niente�. Tutto daccapo, si ricomincia, ma da una posizione di forza, modifiche alla Costituzione s� ma �con cautela, con parsimonia� e comunque sempre partendo da una maggioranza di almeno due terzi delle Camere. Suona il telefono tra una dichiarazione e l�altra. E� Giorgio Napolitano, dal Colle: �Mi ha chiamato per un abbraccio nel nome di una lunga amicizia�. Romano Prodi segue a ruota: �Ciao presidente, indovina perch� ti ho voluto sentire�. E Scalfaro: �Per commentare il gol di Totti!�. Intanto Sandra Bonsanti ringrazia Carlo Azeglio Ciampi, il suo no � stato prezioso.

                Quando l�Italia segna, Franco Bassanini fa quasi una ola: � una di quelle giornate in cui tutto va al posto giusto. L�esponente dei Ds, molto attivo sul fronte del no, ricorda una conversazione di tre quarti d�ora con Bossi: �Voleva convincermi a votare s�! Poi, dopo, facciamo un tavolo bipartisan, mi ha detto. Ha invitato me e D�Alema a casa sua. Siete gli unici con cui si pu� parlare… Vi faccio preparare un pranzo da mia moglie Manuela che � siciliana e cucina benissimo�. Offerta declinata. Scalfaro sorride. Agli avversari manda a dire: �Abbiamo giocato la nostra partita e abbiamo vinto�.