RAPPORTO COOP 2010: LA RIPRESA DEI CONSUMI TARDA AD ARRIVARE

10/09/2010

10 settembre 2010

Rapporto Coop 2010: la ripresa dei consumi tarda ad arrivare

È stato presentato il 9 settembre a Milano il Rapporto Coop 2010 su “Consumi e distribuzione” redatto dall’ Ufficio Studi di Ancc-Coop (Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori), che lancia l’allarme: la ripresa dei consumi tarda ad arrivare.
Da un lato le parsimoniose famiglie italiane, ancora molto attenti alle spese, e dall’altra la grande distribuzione organizzata che subisce la contrazione dei consumi e il conseguente calo delle vendite.
“Bisogna mettere i soldi in tasca alle famiglie” afferma Aldo Soldi presidente di Ancc-Coop preoccupato anche per gli alti tassi di disoccupazione soprattutto tra i giovani, “Senza occupazione non si può parlare di ripresa”.
“C’è bisogno di una strategia che punti al rilancio economico” afferma la Coop in una nota “a un lato un esteso programma di liberalizzazioni che permetta all’Italia di assumere una fisionomia europea genererebbe secondo le nostre stime una maggiore capacità di spesa in termini di nucleo familiare di circa 3000 euro all’anno, 250 euro al mese.
Dall’altro occorre riequilibrare le distanze sociali presenti nel Paese (ricchi vs poveri, nord vs sud, uomini vs donne, giovani vs anziani). Una società più equa cresce di più.”