Ragusa. A rischio 32 posti di lavoro

02/06/2004


02 giugno 2004
ragusa
Pagina 70
      catena alimentare
      A rischio 32 posti di lavoro


      Torna di grande attualità il problema dell’occupazione che, di tanto in tanto, investe in maniera pesante anche il capoluogo ibleo.
      A rischio il posto di lavoro di trenta dipendenti del supermercato «Le Mark» di viale Europa. Il grido d’allarme è stato lanciato dal segretario provinciale della Filcams Cgil, Angelo Tidona. A sentire quanto denunciato dal sindacato in un documento, i lavoratori si trovano in mezzo ad una vera e propria guerra legale tra il proprietario dei locali e il gestore del supermercato. E’ stata già avviata la procedura per i licenziamenti collettivi con i contendenti che restano ancora lontano nella definizione di una soluzione che riesca a salvare oltre al supermercato i posti di lavoro dei dipendenti. Il sindacato si è rivolto, dal canto suo, al prefetto di Ragusa Sandro Calvosa affinchè un suo autorevole intervento ponga in essere una mediazione al fine di scongiurare i trenta licenziamenti. Il paradosso è rappresentato dal fatto che il supermercato produce utili e che non ha a suo svantaggio alcuna motivazione negativa oltre a fornire servizi a migliaia di cittadini nella zona. Venerdì scorso, durante un’assemblea dei dipendenti, si è potuto prendere atto dello sgomento da parte delle maestranze interessate dai licenziamenti per l’assurdità dell’intera vicenda.
      Il sindacato e i lavoratori hanno dichiarato la loro ferma volontà a fare il possibile, con azioni lecite e determinate, per poter continuare a lavorare e a mantenere dignitosamente le proprie famiglie.

      G. L.