«Quota 96? Non basta»

17/02/2004


MARTEDÌ 17 FEBBRAIO 2004

 
 
Pagina 41 – Economia
 
 
LAVOCE.INFO
«Quota 96? Non basta»


          ROMA – "Quota 96" non basta a realizzare i risparmi attesi dalla riforma delle pensioni. Gli economisti de lavoce.info bocciano la proposta di aumentare il mix tra età anagrafica e età contributiva (oggi ferma a 92 anni) dal 2008. Proposta avanzata da An e Cisl. Tito Boeri e Agar Brugiavini tentano una stima delle varie soluzioni sul tappeto. La delega del governo (scalone dei 40 anni di contributi dal 2008 e nulla fino ad allora) è criticata perché crea disparità tra generazioni. Gli economisti propongono una terza soluzione: aumento graduale dell´età anagrafica da subito e disincentivi per chi lascia prima. Nella migliore delle ipotesi i risparmi sarebbero forti ed equamente ripartiti. Nella peggiore (i lavoratori continuano ad andare in pensione prima) risparmi minori ma più equamente ripartiti rispetto alla riforma Tremonti.