PUNTI VENDITA – AIAZZONE EMMELUNGA, ATTIVATO IL TAVOLO DI CRISI IL 22 FEBBRAIO L’INCONTRO AL MINISTERO

21/02/2011

21 febbraio 2011

Punti vendita – Aiazzone Emmelunga, attivato il tavolo di crisi
Il 22 febbraio l’incontro al Ministero

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha convocato, per il 22 febbraio, le organizzazioni sindacali e la società Panmedia S.p.A., che ha in affitto i punti vendita e le sedi dei marchi Aiazzone ed Emmelunga, da Holding dell’Arredo e B&S, per l’attivazione del tavolo di crisi.
In occasione dell’incontro, che si terrà a Roma presso la sede del Ministero di Via Veneto, angolo Via Molise, è stato organizzato un presidio al quale parteciperanno tante lavoratrici e tanti lavoratori.
“La situazione appare ormai definitivamente compromessa” afferma la Filcams Cgil “Quando Panmedia è subentrata nella gestione dei punti vendita Aiazzone – Emmelunga lo scorso 01 agosto, questi versavano già in condizioni disastrose; le proprietà, Holding dell’Arredo e B&S, avevano un’altissima esposizione debitoria con tutti i fornitori, che pertanto avevano bloccato le consegne, con gli affitti degli immobili e persino con le utenze (gas, elettricità ecc.) e, cosa ancor più grave, c’erano fortissimi ritardi sul pagamento delle retribuzioni.”

Negli ultimi mesi la situazione si è ulteriormente aggravata, tanto che Panmedia non è riuscita né a far fronte ai debiti, né a ripristinare le condizioni minime per la ripresa di una normale attività lavorativa, nonostante il tentativo di ricerca di partnership di supporto.

“I lavoratori” prosegue la Filcams Cgil “devono ancora percepire le retribuzioni di novembre, dicembre, gennaio, nonché il 70% della 13a e l’intera 14° e i punti vendita versano in condizioni disastrose. Alcuni avranno a breve lo sfratto esecutivo per morosità; molti sono senza riscaldamento ed elettricità;sempre più spesso vengono presi d’assalto da clienti infuriati che, pur avendo pagato la merce, non l’hanno ricevuta.”