Comunicati Stampa

Pulizie Scuole Frosinone e Latina: la buona scuola, sporca

07/10/2015

La situazione che riguarda i quasi mille lavoratori appalti storici ed ex Lsu che operano nelle pulizie di tutti i plessi  scolastici della provincia di Frosinone e Latina, non è più sostenibile.

La denuncia viene dalle organizzazioni sindacali di settore che hanno indetto due scioperi: il 07 ottobre a Latina, dove si terrà una manifestazione sotto l’Ufficio Scolastico Provinciale e il 09 ottobre a Frosinone con l’indizione di un’assemblea pubblica.

Pulizie Scuole Frosinone e Latina, la situazione

A febbraio 2014, a seguito della gara Consip, è stato assegnato l’appalto delle pulizie delle scuole del lotto 5 alla RTI Ma.ca., Servizi Generali e Smeraldo, fin dall’inizio dell’appalto i lavoratori hanno subito soprusi e vessazioni di ogni tipo: mancato pagamento degli stipendi,  decurtazione dei parametri orari, mancato rispetto degli accordi governativi raggiunti e sottoscritti dalle imprese stesse.
La platea interessata è composta soprattutto da lavoratrici part-time che, lavorano 1-2 ore al giorno per pulire più di dieci aule anche a 30-40 km di distanza dal loro luogo di residenza!

Per denunciare la situazione venutasi a creare sono stati fatti incontri con il Miur, anche alla presenza del Ministero del Lavoro, all’U.S.R., con le istituzioni locali. Si sono tenute manifestazioni, iniziative pubbliche, e il 31 luglio 2015 un incontro presso la Presidenza del Consiglio dove si è illustrata la grave condizione in cui versano tali lavoratrici e lavoratori.

Il Ministero dell’Istruzione, a seguito di un incontro specifico per il lotto 5, ha inviato un documento a Consip con l’evidenziazione di tutte le inadempienze relative al contratto di appalto. Lo scorso 29 settembre, inoltre, sono stati stanziati per la prosecuzione e il decoro degli edifici scolastici dal  Consiglio dei Ministri ulteriori 50 milioni di euro per il 2015 e 10 milioni di euro per il 2016, a valere sul fondo per lo sviluppo e la coesione.

Nonostante le sollecitazione e lo stanziamento, la situazione dei lavoratori delle pulizie Scuole di Frosinone e Latina non è cambiata.

Per senso di responsabilità i lavoratori continuano a pulire le scuole anche senza stipendio, ma è ineludibile il disagio dei bambini e dei genitori che frequentano gli istituti scolastici di Frosinone e Latina, in quanto la buona volontà non può durare ancora molto e la situazione degli addetti alle pulizie sta volgendo alla disperazione

Ad entrambe le iniziative parteciperà anche una delegazione degli studenti che hanno espresso solidarietà ai lavoratori coinvolti e, in quella del 9 ottobre a Frosinone ci sarà anche un corteo per le vie della città organizzato dalla Rete degli studenti contro la Buona Scuola a cui i lavoratori si uniranno.