Pulizie, protesta dei lavoratori lunedì sciopero

04/06/2010

VENEZIA— «Rifiutati» dal ministero e in attesa di 800 mila euro dalla Regione Veneto. I lavoratori delle pulizie delle scuole danno il via ad uno sciopero unitario (Cgil, Cisl, Uil) previsto per lunedì 7 giugno. «Dopo i tagli del Ministero della Pubblica istruzione del 25% sui soldi destinati alla pulizia delle scuole la Regione Veneto era riuscita a tamponare la situazione inserendo a bilancio 900 mila euro che sarebbero serviti a coprire la differenza, ma finora ne sono stati stanziati soltanto 100 mila», spiega Margherita Grigolato della Cgil. «Chiediamo che i restanti vengano finanziati al più presto altrimenti la situazione diventerà tragica, manca solo una delibera di giunta e i soldi servono adesso». E mentre lunedì i lavoratori andranno a bussare alle porte dell’Ufficio scolastico regionale, a scuole quasi finite la situazione rimane di fatto irrisolta: tagli sulle pulizie degli spazi scolastici e nuovi contratti per i 1200 operatori veneti con un monte ore ampiamente ridotto mentre il Ministero ha annullato la riunione prevista.