Provincia di Alessandria, il risveglio del turismo

18/02/2002





Provincia di Alessandria, il risveglio del turismo
Brumosa nelle distese pianure che accolgono il fluire del Po, del Tanaro e del Bormida, pettinata dai vigneti nelle colline e dolcemente increspata nei sinuosi rilievi appenninici, la Provincia di Alessandria si sta poco a poco risvegliando da un atavico torpore turistico, figlio anche di una innata riservatezza piemontese. La possibilit� di proporsi a livello nazionale come territorio da scoprire prima e da apprezzare in seguito non � sfuggito alle nuove leve di amministratori provinciali, che alla dinamica propositiva uniscono una lungimirante caparbiet� operativa. L’assessore alla promozione dei prodotti tipici Paolo Filippi ci conferma che per il 2002 la Provincia di Alessandria, in collaborazione con l’Agenzia di promozione del territorio e con la Camera di Commercio, � attesa a quattro importanti appuntamenti: dall’11 al 15 aprile a Verona per "Vinitaly", dove anche con il supporto dell’ONAV (organizzazione degli assaggiatori vini) verranno presentate le produzioni enologiche alessandrine su uno stand di 400 mq.; tra ottobre e novembre al Lingotto di Torino per i Saloni del Gusto prima e del Vino poi; a fine marzo a Dusseldorf per la manifestazione internazionale "Pro Wein"; ad Osaka negli stand della regione Piemonte per Italia – Matsuri. Questi sono gli appuntamenti di un certo prestigio che vanno ad aggiungersi alla 5/a edizione del BITEG (Borsa internazionale del turismo enogastronomico) a fine aprile a Riva del Garda, al Salone dei sapori a Parigi, alle svariate mostre nei pi� importanti centri della Provincia. In tutte le manifestazioni l’impegno dell’assessorato provinciale � quello di promuovere, a seconda della tipologia organizzativa, le produzioni vinicole ( l’alessandrino conta 33 vini doc e 4 docg) e le produzioni gastronomiche ( specialit� culinarie gestite dai ristoratori, formaggi, salumi e le innumerevoli variet� dolciarie come i Krumiri casalesi, i Baci di Dama tortonesi, i cioccolati novesi,ecc.). Lo sforzo degli amministratori provinciali � sempre pi� costellato da successo per via di esperienze che hanno visto alternarsi personaggi come il cuoco Vissani a testimonial dell’enogastronomia alessandrina o veicoli pubblicitari come i pi� importanti network televisivi. Un impegno che nel futuro, sempre contando sulla fattiva cooperazione di enti e associazioni del settore, potranno accrescere la fisionomia della Provincia di Alessandria, per troppo tempo legata ad una sua indiscussa configurazione industriale nel panorama italiano. All’attivit� di promozione dei prodotti tipici che proietta la Provincia di Alessandria al di fuori dei confini territoriali si aggiunge la promozione del territorio attraverso l’assessorato al turismo. Giancarlo Caldone ne � l’assessore e, per il corrente anno, ci illustra alcune delle iniziative varate allo scopo. Innanzi tutto la manifestazione "Cantine e Castelli aperti". In collaborazione con le province di Asti e Cuneo e con la Regione Piemonte, durante tutto l’anno sar� possibile visitare la ricca dotazione di manieri che la provincia alessandrina detiene e contemporaneamente sar� possibile visitare le cantine in loco. Un abbinamento storico e tradizionale che vanta gi� numerose adesioni in virt� della sua valenza. Sono a disposizione dei visitatori: az. agr. Annalysa Rossi Contini (Ovada), Antica Distilleria d’Altavilla (Altavilla M.to), az. agr. Bergaglio Piercarlo (Capriata d’Orba), az. agr. Canato Marco (Vignale M.to), cantina La Colombera (Tortona), cantina Terralba (Berzano di Tortona), cantine Valpane (Ozzano M.to), az. agr. Cascina Bertolotto (Spigno M.to), cascina degli Ulivi (Novi Ligure), az. agr. Castello di Lignano (Frassinello M.to), az. agr. Castello di Tagliolo (Tagliolo M.to), az. agr. Cave di Moleto (Ottiglio), az. agr. Ermenegildo Leporati (Casale M.to), az. agr. Gian Piero Broglia – Tenuta la Meirana (Gavi), il Saulino (Novi Ligure), az. agr. Il Vignale (Novi Ligure), az. agr. La Chiara (Gavi), la Guardia (Morsasco), az. agr. La Maddalena (Rocca Grimalda), az. agr. La Puledra (San Giorgio M.to), az. agr. La Scamuzza (Vignale M.to), az. agr. La Scolca (Gavi), la Slina (Castelletto d’Orba), la Vecchia Posta (Avolasca), Marenco (Strevi), az. agr. Mariotto Claudio (Tortona), az. agr. Mutti (Sarezzano), az. agr. Paolo Poggio (Brignano Frascata), tenuta Castello di Razzano (Alfiano Natta), tenuta La Giustiniana (Gavi), tenuta La Marchesa (Novi Ligure), tenuta La Tenaglia (Serralunga di Crea), tenuta Montebello (Rocca Grimalda), tenuta San Rocco (Conzano), vigneti Massa (Monleale), Enoteca regionale "Terme e vino" (Acqui Terme), Enoteca regionale del Monferrato (Vignale M.to). A questa doppia manifestazione, sempre nel corso del corrente anno, si verr� ad aggiungere una proposta per nuovi itinerari nella provincia alessandrina : la strada del tartufo. Un’altra idea per coinvolgere i turisti a scoprire angoli di un territorio ricco di paesaggi e natura. Infine da parte della Regione Piemonte, su un progetto gi� sviluppato dalla Provincia di Alessandria, si celebrer� la 1/a conferenza programmatica del turismo, una manifestazione che interesser� tutte le province piemontesi.

Luned� 18 Febbraio 2002