Protesta delle guardie giurate

09/06/2000

loghino.gif (3272 byte)

ombraban.gif (478 byte)



Venerdì 9 Giugno 2000
italia – lavoro
Protesta delle guardie giurate

ROMA Le guardie giurate che aderiscono a Cgil, Cisl e Uil hanno scioperato per l’intera giornata di ieri e in 3mila hanno manifestato davanti a Montecitorio, per sollecitare il rinnovo del contratto di categoria scaduto lo scorso settembre.

La protesta delle guardie punta anche il dito sulla riforma della legge che regola il settore, vecchia ormai di 70 anni. Una delegazione di manifestanti è stata ricevuta dall’on. Rosa Russo Jervolino, presidente della commissione Affari costituzionali, incaricata di riunire in un testo unico le 11 proposte di legge finora presentate al riguardo.

«Gli assalti della criminalità – denuncia la Filcams-Cgil – hanno reso più che evidente l’inadeguatezza delle norme attuali. Nel 1999 ci sono stati 10 morti, le guardie fanno turni di lavoro massacranti in condizioni di insicurezza. Gli addetti alla vigilanza si aspettano inoltre la definizione giuridica di guardia giurata, perchè oggi risultano inquadrate come operai generici».

Secondo i sindacati confederali, allo sciopero ha aderito il 70% dei circa 35mila lavoratori che rientrano nella categoria. La vertenza interessa 820 imprese di vigilanza privata sparse sul territorio nazionale.