PROPRIETARI DI FABBRICATI, Integrativo ENPAM 28/02/2003

VERBALE DI INCONTRO

    In data 28/02/03 presso l’E.N.P.A.M. in Roma, Via Torino 38, si incontrano i rappresentanti delle organizzazioni sindacali nazionali dei portieri nelle persone dei Sigg.ri :

    - DOTT. M. NOZZIper la FILCAMS-CGIL;
    - DOTT. S. FALCONEper la FISASCAT-CISL;
    - SIG. B. CARLIper la UILTUCS-UIL
    - SIG. C. DE MATTEOper la RSA Portieri Enpam/Filcams
    - SIG. C. CELESTINO ’’ ’’ ’’

    e l’Enpam rappresentato dal Vice Presidente Dott. Angelo PIZZINI coadiuvato dai Funzionari Ing. Luigi CACCAMO e Avv. Cesare BIANCHINI.
    La presente riunione è conclusiva di una serie di riunioni, richieste dai sindacati nazionali dei portieri, aventi ad oggetto la stipula di un contratto integrativo di quello nazionale scaduto il 31/12/2002.
    In tali riunioni l’Ente ha spiegato le ragioni per le quali non intende sottoscrivere un contratto integrativo ed ha comunque manifestato la disponibilità ad operare unilateralmente modifiche ad alcuni istituti contrattuali che di seguito saranno tassativamente elencate.
    Nelle predette riunioni l’Ente ha altresì ribadito, e le OO.SS. ne hanno preso atto, che il rapporto di lavoro che lega i lavoratori con mansione di portiere degli immobili da reddito all’ENPAM è strettamente discendente dalla circostanza che l’Ente è attualmente proprietario di immobili e che, pertanto, qualora l’Ente dovesse alienare immobili dotati di servizio di portierato il rapporto di dipendenza con l’E.N.P.A.M. verrebbe conseguentemente a cessare.
    Si riportano di seguito l’elenco delle modifiche al rapporto contrattuale che gli uffici sottoporranno al vaglio del Consiglio di Amministrazione.

    MODIFICHE AL TRATTAMENTO CONTRATTUALE VIGENTE

    A – RIDUZIONE DA 3 A 2 GIORNI DEL PERIODO INIZIALE DI MALATTIA SENZA RETRIBUZIONE; IL TERZO GIORNO VIENE RETRIBUITO CON L’INDENNITA’ DI Euro 25,82 LORDE COSI’ COME PREVISTO PER I GIORNI SUCCESSIVI DAL CCNL; DAL 4° ALL’8° GIORNO DI MALATTIA INDENNITA’ DI Euro 25,82 GIORNALIERE; DAL 9° AL 20° GIORNO OLTRE ALL’INDENNITA’ DI Euro 25,82 GIORNALIERE PREVISTE DAL CONTRATTO VERREBBE EROGATA UNA INTEGRAZIONE DI Euro 7,74 GIORNALIERE; LA SOMMA DELLE DUE VOCI PERALTRO NON DOVRA’ SUPERARE IL 90 % DELLA RETRIBUZIONE GIORNALIERA DI FATTO. DAL 21° GIORNO DI MALATTIA IN POI VERRA’ APPLICATO IL NORMALE TRATTAMENTO CONTRATTUALE ( Euro 28,40 GIORNALIERE FINO AL 180° GIORNO). POICHE’ IL CCNL DI LAVORO PREVEDE CHE L’INDENNITA’ VENGA EROGATA CON L’ESCLUSIONE DELLA DOMENICA IL LAVORATORE SARA’ INDENNIZZATO NELLA MISURA DI Euro 25,82 PER OGNI DOMENICA E COMUNQUE NELLA MISURA PREVISTA DAL CCNL.
    B – IN CASO DI GRAVE LUTTO FAMILIARE (MORTE DI PARENTI ENTRO IL SECONDO GRADO O DI AFFINI ENTRO IL PRIMO GRADO) SI CONCEDE UN ULTERIORE GIORNO DI PERMESSO RETRIBUITO OLTRE I TRE PREVISTI DAL CCNL IN CASO DI COMPROVATA NECESSITA’ DI RECARSI PER ESEQUIE O ALTRO IN LOCALITA’ OLTRE I 200 KM DAL LUOGO DI LAVORO.
    C – VIENE CONCESSO UN GIORNO DI PERMESSO RETRIBUITO PER LA NASCITA DI FIGLI.
    D – VERRA’ STIPULATA CON ONERE A CARICO DELL’ENTE (Euro 51,64 PER ANNO) LA POLIZZA SANITARIA GIA’ PREVISTA PER GLI ISCRITTI PREVIO ACCORDO CON LE ASSICURAZIONI GENERALI.
    E – PER QUANTO RIGUARDA L’ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E QUINDI L’ARTICOLAZIONE DEGLI ORARI PREVISTI DAL CCNL NONCHE’ LE DOTAZIONI DI SICUREZZA (TUTE, GUANTI, STIVALI, ECC.) PROVVEDERANNO IN SEDE LOCALE I GESTORI DEGLI IMMOBILI DELL’ENTE.

    Le suddette modifiche saranno sottoposte al vaglio del Consiglio di Amministrazione per l’eventuale approvazione e diverranno operative solo successivamente alla medesima.
    Da parte delle Organizzazioni Sindacali viene espressa analoga riserva circa l’approvazione definitiva da parte dei propri Organismi.