Proclamazione manifestazione 23/03/2002 e sciopero 5/04/2002

      Roma, 26 febbraio 2002

      Il Comitato Direttivo della CGIL Nazionale, riunitosi il 21/02/02, ha dato mandato, con un voto unanime, alla Segreteria Nazionale della Cgil di concordare con Cisl e Uil le iniziative politiche e di lotta, necessarie a dare continuità agli scioperi generali regionali, attuati nello scorso gennaio per contrastare le deleghe predisposte dal Governo in merito alla modifica dell’Art. 18 dello Statuto dei Lavoratori e dell’Arbitrato; alla decontribuzione previdenziale e TFR; alle modifiche del sistema fiscale; alla riforma Moratti che fa arretrare il sistema scolastico, così come per costringere il Governo stesso ad attuare una politica di sostegno allo sviluppo del Mezzogiorno ed a bloccare i contenuti della proposta di Legge Bossi-Fini sui lavoratori stranieri, già in discussione in Parlamento.

      A fronte della indisponibilità della Cisl e della Uil a confermare la annunciata riunione unitaria delle tre Segreterie confederali nella giornata di ieri, la Segreteria Nazionale della Cgil per dare attuazione ai deliberati del C.D. Nazionale della Cgil, indice per la giornata di venerdì 5 aprile lo

      SCIOPERO GENERALE DI 8 ORE

      e promuove per sabato 23 marzo una

      MANIFESTAZIONE NAZIONALE

      da tenersi a Roma.

      La Segreteria della Cgil, rivolge alle lavoratrici ed ai lavoratori, ai pensionati, ai giovani, un sentito appello affinché le proposte e la piattaforma della Cgil tese a consolidare i diritti e le tutele e ad estenderli a tutti quei lavoratori che oggi ne sono privi, con le iniziative di lotta che le sostengono, abbiano il massimo consenso e la più ampia partecipazione alle mobilitazioni indette.

      Il nostro appello è rivolto altresì alle tante forze ed organizzazioni della società italiana che intendono sostenere le nostre piattaforme a partire da valori di equità, di solidarietà e di giustizia sociale che sono alla base delle proposte e delle iniziative della Confederazione Generale Italiana del Lavoro.

      La Segreteria Nazionale impegna le strutture nazionali delle Categorie, per le quali la proclamazione degli scioperi è regolata dalla Legge 146, ad attivare le procedure di adesione previste dalle normative legislative o dagli accordi applicativi, per consentire la massima estensione della partecipazione allo sciopero del 5 aprile. Inoltre, per favorire sempre nel più rigoroso rispetto della legge n.83/2000 (per quanto riguarda la compatibilità dell’intervallo e del preavviso), la partecipazione dei lavoratori dei servizi alla manifestazione del 23 marzo potrà essere decisa una eventuale programmazione di un ulteriore pacchetto di ore di sciopero.

      LA SEGRETERIA NAZIONALE DELLA CGIL


      Corso d’Italia, 25 – 00198 Roma
      Telefono 06/84761 – Fax 06/8845683
      www.cgil.it e-mail: info@cgil.it

      Affiliata alla Confederazione
      Europea dei Sindacati (CES)
      e alla Confederazione Internazionale
      dei Sindacati Liberi (ICFTU)