SupermercatoTuodi_480x226_Big

L’incontro odierno (6 luglio) non ha prodotto l’effetto sperato. La vertenza Tuodì si fa sempre più difficile: la situazione del gruppo è precipitata nelle ultime settimane, che hanno visto scaffali vuoti in molti negozi a seguito di mancate forniture dovute probabilmente alla forte situazione debitoria in cui versa la società.

All’incontro l’azienda si è presentata ancora a mani vuote, senza alcun piano industriale, come aveva invece garantito in un precedente confronto, volto a tutelare l’occupazione e il mantenimento dei punti vendita in odore di chiusura.

Ai sindacati non è rimasto altro che proclamare lo sciopero Tuodi Dico per la giornata di sabato 8 luglio. I lavoratori incroceranno le braccia per quattro ore in tutta Italia, a Roma e nel Lazio le ore di astensione saranno otto. Sempre i lavoratori di Roma e Lazio si riuniranno in assemblea dalle 9 alle 15 presso la sede CGIL di Via Buonarroti 12 (sala Fredda) a Roma.

Le organizzazioni sindacali (Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs) chiederanno di essere convocati con urgenza al ministero dello sviluppo economico MiSE per salvaguardare l’occupazione dei circa 4000 dipendenti, occupati nei 400 punti vendita dislocati in tutta Italia.

Vedi il volantino dello sciopero QUI