Primigi, grandi passi verso l’estero

03/06/2003

ItaliaOggi (Aziende e Affari)
Numero
128, pag. 14 del 31/5/2003
di Francesca Sottilaro


Il direttore marketing Papa racconta i piani aziendali. Raddoppio del fatturato entro il 2005.

Primigi, grandi passi verso l’estero

Obiettivo Germania e Francia dopo un 2002 a oltre 45 mln

Passi da gigante verso l’estero per Primigi, il marchio leader in Italia per la produzione di scarpe da bambino, che ha chiuso il 2002 con un fatturato di oltre 45 milioni di euro. ´Nonostante il settore dell’abbigliamento-calzature stia soffrendo la congiuntura negativa’, ha spiegato a Giuseppe Papa, direttore marketing di Igi, divisione di Imac spa, proprietaria del marchio, ´Primigi sta vivendo un momento di forte fermento’. Di qui la decisione di allargare gli orizzonti e consolidare la propria presenza in Germania e in Francia, dove già da un anno la società sta penetrando nel mercato con una forte azione di marketing, dopo aver raggiunto buoni risultati anche in Messico, Stati Uniti e Medio Oriente. ´Attualmente, l’85% del fatturato proviene dalle vendite in Italia ma’, ha proseguito Papa, ´è nostra intenzione aumentare la quota del 15% delle vendite oltrefrontiera’. Il piano aziendale non prevede grandi cambiamenti a livello nazionale dove Primigi conta 5 negozi monomarca e si affida a una rete di 1.400 punti vendita multibrand, distribuiti capillarmente su tutto il territorio: ´La nostra filosofia’, ha spiegato il direttore marketing, ´resta quella di espanderci sempre in negozi multimarca concentrandoci più sul prodotto che sui punti vendita’. Prodotto che, con 30 anni di esperienza alle spalle, fidelizzazione dei genitori e modelli accattivanti per i più piccini, incontra il gusto del pubblico, come dimostrano le oltre 2 milioni di paia di scarpe vendute nel 2002. ´La notorietà di Primigi è veicolata attraverso la comunicazione di valori fondamentali dove’, ha sottolineato Papa, ´il genitore viene sempre al primo posto, essendo il soggetto che acquista e ha interesse a incontrare modelli belli ma soprattutto resistenti’. Moda e sicurezza sono anche al centro dell’ultima campagna dell’azienda che con bambini a bordo di scarpe trasformate in astronavi e il claim ´la vita è un viaggio straordinario’ vuole trasmettere la solidità delle scarpette Primigi: ´Non siamo soliti vestire bambini infiocchettati ma’, ha spiegato ancora Papa, ´bambini nei loro gesti quotidiani, mentre giocano e hanno bisogno di scarpe comode’. Oltre alle mire espansive all’estero, l’obiettivo di Primigi è di raddoppiare il fatturato entro il 2005: ´La risposta della clientela è già stata ottima anche quest’anno e come industria’, ha concluso Papa, ´puntiamo a diventare punto di riferimento internazionale nelle scarpe per l’infanzia’.