PREVIPROF, UN FONDO DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE ANCHE PER I LAVORATORI DEGLI STUDI PROFESSIONALI

31/05/2007

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi
Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

31 maggio 2007

PREVIPROF, UN FONDO DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE ANCHE PER I LAVORATORI DEGLI STUDI PROFESSIONALI

Previprof, il fondo negoziale per la previdenza complementare dei lavoratori degli Studi Professionali, è stato autorizzato dalla COVIP.

Piero Marconi, responsabile del settore per la Filcams ha dichiarato la propria soddisfazione per tale autorizzazione che, anche se ai limiti di tempo rispetto al semestre, permette a circa 1 milione di lavoratori e di lavoratrici del settore di poter operare compiutamente la destinazione del TFR.

Oltre alla destinazione del TFR, le condizioni contrattuali prevedono la destinazione di quota aziendale pari allo 0,25% del salario qualora il lavoratore destini almeno la propria quota dello 0,25%.

Il sindacato richiederà nel prossimo rinnovo contrattuale, in scadenza a settembre, di elevare la quota a carico dei datori di lavoro che, se ottenuta, si aggiungerà alla quota esistente.

Rispetto agli altri fondi negoziali c’è una novità significativa e originale.

La quota di iscrizione pari a € 10,00 (8 a carico dell’azienda e 2 a carico del lavoratore aderente) sarà totalmente a carico del fondo di assistenza sanitaria Cadiprof per coloro i quali risultano iscritti alla Cassa sanitaria e al Fondoprofessioni per la formazione continua.

Una forma di sinergia che rafforza il modello di welfare contrattuale a vantaggio delle imprese e dei lavoratori.

Cadiprof utilizzerà il proprio archivio composto da 130.000 nominativi per informare più dettagliatamente i lavoratori e i datori di lavoro del settore sulle relative condizioni e procedure.

Nei prossimi giorni sarà attivo uno specifico numero verde per le informazioni (06 54220769), un indirizzo email (info@previprof.it) e un sito internet (www.previprof.it) da cui poter scaricare la relativa modulistica.