Prende un caffè e viene licenziato

11/04/2011

LUCCA. Il sindacato Filcams Cgil protesta contro il licenziamento di una guardia giurata dell`istituto Fidelitas, accusato di aver abbandonato il lavoro. Il sindacalista Umberto Marchi spiega: «Riteniamo sia normale – secondo il nostro punto di vista – che un dipendente senta prima la stanchezza essendo da solo a lavoro e quindi, per tenersi sveglio, all`apertura di un bar nel cuore della notte. Non vediamo il problema se un lavoratore si ferma a prendere un caffè, ancor di più se il dipendente come in questo caso, accusa un malessere e non volendo lasciare il lavoro, si reca in un bar a poche centinaia di metri dalla sua zona di appartenenza per cercare di riprendersi.
Invece l`azienda, dopo avergli contestato l`abbandono di zona invia lettera di licenziamento.
«Un dipendente che abita in affitto – dice Marchi – con due bambini in tenera età e moglie precaria e che a breve vedrà scadere il suo contratto di lavoro. L`azienda senza battere ciglio lo ha messo sulla strada». Secondo Marchi si doveva gestire in altro modo questa situazione.