Prenatal, esito incontro 12/06/2017

Roma, 12 giugno 2017

Il 12 giugno si è svolto l’incontro tra Filcams, Fisascat, UILTuCS con i rappresentanti di Prenatal alla presenza delle strutture territoriali e delle rappresentanze sindacali aziendali relativamente alla trattativa con oggetto la chiusura di quattro punti vendita delle rete (Salerno, Nola, Siderno e Asti).

Preliminarmente l’azienda ha dichiarato di aver provveduto a completare il confronto con le strutture territoriali circa l’applicazione del Contratto di Solidarietà sottoscritto in data 29 maggio scorso.

Per quanto riguarda invece la chiusura dei pdv è stata manifestata la disponibilità a ricollocare su base volontaria parte del personale in posizioni nell’ambito della rete Prenatal (n. 2 FT a Verbania e Voghera – n. 1 FT a Caltanissetta – n. 1 PT 20 ore a Lecce) o del gruppo (n. 1 presso il pdv Bimbo Store di Genova), e presso un concessionario (n. 2 FT a Salerno).

Al personale interessato al trasferimento di residenza, l’azienda si è resa disponibile ad offrire, oltre alle condizioni previste da CCNL, un sostegno economico ulteriore, consistente in 1 mensilità di affitto a proprio carico.

Nel corso della discussione si è giunti ad una ipotesi circa l’incentivo da erogare ai dipendenti che manifesteranno la propria non opposizione al licenziamento per un importo di n. 11 mensilità.
Le manifestazioni da parte dei singoli lavoratori dovranno essere inviate via mail (gianluca.macchiaiolo@prenatalretailgroup.com) o fax entro e non oltre le ore 24.00 del giorno 19 giugno prossimo.

L’azienda ha anche proposto di fornire ai lavoratori un servizio di outplacement.

Le parti si sono aggiornate al prossimo 20 giugno alle ore 16.00 presso la sede Fisascat, in via dei Mille 56.

p. la Filcams Cgil
Loredana Colarusso