Prato. «Coi tedeschi azzerate le relazioni sindacali»

14/06/2002

.

giovedì 13 giugno 2002

IL CASO
«Coi tedeschi azzerate le relazioni sindacali»

PRATO. In merito all’articolo pubblicato giovedì 6 giugno dal titolo «Il colosso tedesco non fa più paura», i delegati Filcams-Cgil della farmacie pratesi tengono a fare alcune precisazioni.
«Ad un anno di distanza la situazione è tutt’altro che tranquilla! Non ci risulta che la società amministri rispettando il contratto di servizio, per quanto riguarda il personale. I dipendenti non solo non sono aumentati con la crescita dei servizi, ma sono addirittura diminuiti di tre unità, senza considerare il fatto che il personale amministrativo è in via di dismissione! L’apertura della nuova farmacia dell’ospedale (prevista per settembre) e la ristrutturazione della farmacia di piazza Mercatale (prevista per agosto), con tutti i servizi complementari, compreso l’attivazione dei nuovi ambulatori medici sopra la farmacia dell’ospedale, dovrebbero prevedere una diversa organizzazione del lavoro del numero degli addetti».
«Ad oggi non ci risulta che la società abbia una strategia che vada nell’ottica di una buona gestione del servizio. Un dato, a nostro avviso grave, è che con l’arrivo del "colosso tedesco" sono quasi del tutto scomparse le relazioni sindacali! Ad oggi non abbiamo dati di bilancio riscontrabili e non sappiamo quali e quanti siano i costi di gestione e come questi sono distribuiti tra le società del gruppo. A tale proposito – concludono i delegati sindacali – riteniamo infine doveroso che l’amministrazione comunale eserciti maggiormente il proprio controllo su tutte le questioni menzionate»