Potenza. Vertenza Ronda, nuovo sciopero

28/02/2003



LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO





28 febbraio 2003
CRONACA di POTENZA
Page 47


  




Organizzazioni dei lavoratori favorevoli alla costituzione di una società mista pubblico-privata
Vertenza Ronda, nuovo sciopero il 4
Cgil, Cisl e Uil e le sigle di categoria scrivono alla Regione: «Rispettare gli impegni assunti»



POTENZA 
Si tornma a scioperare alla Ronda. Lo hanno deciso le sigle di categoria di Cgil Cisl e Uil dopo la ripaertura delle procedure di licenziamento collettivo per cessazione dell’attività fatta dall’azienda. La data della protesta è fissata per il 4 marzo prossimo, con presidi presso la sede dell’Istituto e all Regione.
Cgil, Cisl, Uil, Filcams, Fisascat e Uiltucs, in una nota congiunta sulla vicenda dell’ istituto di vigilanza «La Ronda», hanno chiesto alla Regione Basilicata «il rispetto degli impegni assunti senza tentennamenti di sorta», riguardo all’ intesa fra sindacato, Ronda e Regione per l’ avvio della costituzione di una «società mista» (affidando l’ incarico tecnico a Sviluppo Italia).
Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil hanno sottolineato che, «il percorso definito è stato condiviso da tutti i soggetti presenti al tavolo di confronto».
«Purtroppo – hanno detto – i tempi si sono spostati in avanti di qualche settimana per la predisposizione della delibera di assegnazione dell’ incarico a Sviluppo Italia da parte della giunta. Nel frattempo è cominciata una campagna tendente a demonizzare l’ ipotesi della costituzione della società mista».
Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil hanno evidenziato che «l’ azienda ha cominciato a riproporre la soluzione della cooperativa, ad affermare che i tempi della società mista sono troppo lunghi e che le perdite aziendali non consentono di proseguire».