Potenza. Sma: c’è l’accordo per la «cigs»

19/06/2006
    sabato 17 giugno 2006

      L’intesa per la cassa integrazione straordinaria per i 795 lavoratori � stata raggiunta ieri a Roma

        Sma, c’� l’accordo per la �cigs�

          L’ammortizzatore sociale scatter� il 1� luglio e terminer� il 31 dicembre

          Lagonegro – Siglato l’accordo sulla Cassa integrazione straordinaria per i 795 lavoratori della Sma il cui contratto scade il prossimo 30 giugno. L’intesa � stata firmata ieri mattina a Roma, al Ministero del Lavoro. La Cigs scatter� il primo luglio e terminer� il 31 dicembre. Unica eccezione l’antincendio. Questo settore, infatti, proseguir� fino al 30 settembre. Mercoled� della prossima settimana sindacati e Societ� di monitoraggio ambientale decideranno il numero dei lavoratori che dovranno proseguire nelle attivit� relative all’antincendio. Per questi addetti la Cassa integrazione partir� dopo.

            L’incontro si � tenuto davanti alla dottoressa Viggiani, responsabile per conto del Ministero del settore degli ammortizzatori sociali. Presenti i sindacati, Mosca (Filcams Cgil), Arcieri (Fisascat Cisl) e Della Luna (Uiltucs Uil), l’assessore regionale Chiurazzi e il responsabile della Sma Colamarino. �Prosegue il lavoro che avevamo concordato con le organizzazioni sindacali – ha dichiarato al termine dell’incontro romano l’assessore Chiurazzi – l’accordo di oggi (ieri per chi legge,) � l’ultimo tassello che crea una protezione al reddito dei lavoratori della Sma e quindi un clima di serenit� tra tutte le parti coinvolte nella vertenza. Regione e Governo ora possono serenamente mettersi la lavoro per guardare in prospettiva, ossia predisporre quel progetto di durata medio – lunga in attivit� nelle quali i lavoratori hanno gi� operato, come la difesa del suolo e del patrimonio boschivo, al fine di garantire ai lavoratori stessi e alle loro famiglie un futuro pi� tranquillo�.

            �Anche se la Cassa integrazione non si pu� definire un risultato – hanno detto Mosca, Arcieri e Della Luna – almeno i lavoratori avranno una copertura economica per altri sei mesi. In questo periodo bisogner� mettere in piedi il progetto e individuare le risorse per garantire il prosieguo delle attivit� per un altro quinquennio, dal 2007 al 2013. Da settembre verificheremo se ci sono le condizioni politiche ed economiche, da parte sia del Governo centrale che della Regione. La Regione ha gi� dato la propria disponibilit� ad inserire la tutela e salvaguardia ambientale nella programmazione relativa ai Por. Intanto ieri – proseguono Mosca, Arcieri e Della Luna – abbiamo fatto anche una richiesta per l’anticipazione della Cassa integrazione. Mediamente, infatti, per prendere i soldi dell’ammortizzatore sociale se ne passano 3 – 4 mesi. Abbiamo chiesto alla Regione di individuare una banca disponibile ad anticipare la Cassa integrazione per far si che i lavoratori possano avere i soldi a cadenza mensile. E la Regione – concludono i rappresentanti sindacali – ci ha assicurato che avvier� una gara con diversi istituti bancari�.

            Pino Perciante