Potenza. Contestato il riavvio delle procedure di mobilità

05/05/2003


              LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO





              POTENZA
              Sabato 3 maggio 2003
              Contestato il riavvio delle procedure di mobilità
              Licenziamenti a «La Ronda»
              i sindacati contro l’azienda


              Potenza 

              Il riavvio delle procedure di licenziamento degli oltre 350
              lavoratori dell’ istituto di vigilanza «La Ronda» di Potenza,
              «è un atto grave che mira a creare le condizioni per
              modificare, comunque, l’assetto societario, a prescindere
              dalle discussioni ed azioni in atto per risolvere definitivamente
              la vertenza»: lo hanno detto, in una dichiarazione congiunta,
              Canio Cioffi della Filcams-Cgil, Giuseppe Arcieri della
              Fisascat-Cisl e Rocco Della Luna Uiltucs-Uil che hanno
              annunciato alcune giornate di sciopero per i prossimi giorni.
              I sindacati di categoria hanno chiesto all’istituto di
              vigilanza «La Ronda», «di ritirare immediatamente la procedura
              di licenziamento collivo ed i relativi licenziamenti già inviati
              ai lavoratori», alla Regione Basilicata hanno chiesto di
              «riconvocare la riunione con le parti per esaminare i contenuti
              del progetto di Sviluppo Italia».