POSTE ITALIANE MODENA: SCIOPERO RIUSCITO

23/03/2011

23 marzo 2011

Poste Italiane Modena: sciopero riuscito


E’ stata molto partecipata la manifestazione delle lavoratrici e dei lavoratori dell’appalto di pulizie presso Poste Italiane, in occasione dello sciopero del 22 marzo dell’intera giornata proclamato dalla Filcams/Cgil di Modena.
Le lavoratrici insieme ai sindacalisti hanno sfilato per le vie del centro storico di Modena, facendo una breve sosta di fronte all’ufficio centrale delle Poste in via Emilia centro e hanno raggiunto infine la sede di Provincia e Prefettura.

Lo sciopero di oggi nel pacchetto di 5 giornate proclamate dalla Filcams/Cgil contro il taglio del 20% del servizio di pulizie per effetto della riorganizzazione decisa da Poste Italiane.
Taglio che ha spinto la ditta appaltatrice, Gruppo Mida Srl, a recedere dalcontratto lasciando nell’incertezza contrattuale i lavoratori che già oggi vivono una situazione di precarietà dovuta a bassi salari (che si aggirano tra i 300 e i 700 euro mensili) e i costanti ritardi nei pagamenti degli stessi, degli straordinari e dei rimborsi chilometrici.

Durante il presidio lavoratrici e sindacato sono stati ricevuti dal vice prefetto Ventura e dall’assessore al Lavoro Ori. Il vice Prefetto si è impegnato a trasmettere le rivendicazioni alla sede nazionale e regionale di Poste Italiane.
L’assessore Ori ha dimostrato forte interessamento per la situazione dei lavoratori impegnandosi nella ricerca di soluzioni costruttive anche oltre il livello provinciale. L’assessore ha anche rimarcato l’importanza di mantenere le attuali prestazioni dei lavoratori per continuare a garantire i requisiti minimi di igiene ambientale negli uffici postali pubblici.