Postalmarket: sei ipotesi per il centro commerciale

07/06/2004







Il Cittadino - Quotidiano del Lodigiano


5Giugno2004 Sudmilano Pagina 33



  


Postalmarket, sei ipotesi per il centro commerciale 
Già la settimana prossima i tecnici del gruppo Bernardi di Udine potrebbero presentare all’assessorato al commercio della regione un primo progetto per la creazione del centro commerciale che, negli accordi per il rilancio della Postalmarket di Peschiera Borromeo, dovrebbe essere lo strumento per riassorbire gli oltre 200 lavoratori che sono ancora in cassa integrazione. Dal gruppo che ha rilevato dall’amministrazione straordinaria l’ex colosso della vendita per corrispondenza non arrivano, per ora, che caute indiscrezioni, ma, mentre i sindacati, sia pure informalmente, non nascondono qualche dubbio sui tempi lunghi dell’”operazione outlet”, i portavoce della proprietà assicurano che, a oggi, sono ben sei le aree a vocazione commerciale i cui proprietari sono stati contattati per valutare appunto la creazione di un grosso centro commerciale. Sarebbero tutte localizzate nell’hinterland, ma se l’area sia quella di Peschiera, piuttosto che dei comuni direttamente a sud di Milano, o un’altra ancora, è un’informazione che per ora dalla Bernardi non esce. Nessuna novità invece dal comune di Peschiera, il cui sindaco Marco Malinverno, in aprile, era in attesa dell’incontro con uno dei soci della Bernardi: «Non ne ho saputo più niente», si è limitato ieri a commentare il primo cittadino. Postalmarket, intanto, per quando riguarda il “core business” della vendita su catalogo e via Internet, è già al lavoro per preparare la nuova edizione del catalogo.