Pirelli Re acquisisce ex colonia

15/04/2004



 
 
 
 
ItaliaOggi Turismo
Numero 090, pag. 15 del 15/4/2004
Autore: di Carlo Russo
 
Pirelli Re acquisisce ex colonia
 
A Rimini.
 
Pirelli real estate, il fondo immobiliare del colosso milanese, entra nel settore turistico, anche come intermediario di una maxi-società tedesca. La società sta infatti concludendo l’acquisizione di una delle più grandi colonie romagnole, la Colonia bolognese, situata sulla spiaggia di Rimini. Qualche anno fa era finita (per circa 9 milioni di euro) nel gruppo turistico di Aldo Foschi, proprietario di una catena di hotel e sale-congressi in Romagna (l’ultimo suo acquisto è stato il Grand hotel di Cervia).

La Colonia necessita, però, di numerosi e impegnativi lavori di ristrutturazione, per essere trasformata in un moderno residence con annesse le strutture convegnistiche adeguate. Di qui la decisione dell’imprenditore Foschi di mettere la struttura sul mercato. Così un colosso del settore immobiliare come Pirelli real estate ha deciso di assumersi questo impegno e ha trattato le condizioni, con il supporto dell’istituto bancario Montepaschi di Siena.

Il nuovo progetto di ristrutturazione prevede ora la trasformazione della colonia in una struttura a cinque stelle, con 183 appartamenti e 65 suite. C’è già l’accordo con la sovrintendenza che, dopo alcune correzioni, ha detto sì al recupero dell’edificio, che altrimenti rischiava di rimanere diroccato lungo la spiaggia. Tra l’altro, la colonia si trova a ridosso delle terme e, quindi, potranno essere proposti pacchetti che prevedano soggiorno e salutismo. Si tratta del primo grosso investimento immobiliare lungo la costa romagnola effettuato negli ultimi anni. Con la ristrutturazione l’impegno finanziario supererà i 20 milioni di euro.

Aldo Foschi non ha dubbi: ´La riviera ha bisogno di grandi strutture e soprattutto di intrecciare più offerte, dalla spiaggia alle terme, ai congressi, agli eventi, solo così gli alberghi torneranno a riempirsi’.
Egli continuerà a gestire la sua catena. Ma a 80 anni d’età non se l’è sentita di impegnarsi nell’avventura-bolognese. La scommessa la faranno Pirelli e il suo ispiratore tedesco.
(riproduzione riservata)