OBI/BBC, Piattaforma rinnovo CIA 17/12/2013

FILCAMS CGIL FISASCAT CISLUILTUCS UIL

Piattaforma per rinnovo CIA OBI/BBC

Premessa:

Il rinnovo del contratto integrativo aziendale assume particolare rilevanza visto il forte attacco alla contrattazione collettiva ed ai diritti dei lavoratori avvenuto in questo ultimo periodo. Il rinnovo del CIA si colloca a valle di una stagione contrattuale nazionale caratterizzata dal tentativo di destrutturare il mercato del lavoro ed avere massima flessibilità non contrattata nei luoghi di lavoro.
Il CCNL ha in ogni caso riconfermato il ruolo e il diritto alla contrattazione aziendale che, con questo rinnovo, intendiamo valorizzare.
Con il rinnovo del CIA della OBI/BBC, azienda facente parte di un gruppo Europeo, tutt’ora in espansione sia nazionale che internazionale, abbiamo l’obiettivo di riconfermare e rafforzare la contrattazione di II° livello valorizzando il ruolo delle RSA/RSU, consolidando un impianto contrattuale fondato sulla partecipazione e sul coinvolgimento dei lavoratori e dei loro rappresentanti.
Pertanto , su queste basi, vengono presentate le richieste, di seguito elencate, per il rinnovo del CIA, riconfermando l’impianto generale e quanto previsto dalla contrattazione vigente.

Le proposte qui avanzate hanno carattere non esaustivo, ci riserviamo pertanto di portare al tavolo, in occasione della presentazione della piattaforma, ulteriori elementi e/o precisazioni , sempre in linea con l’impianto della piattaforma rivendicativa.

Relazioni sindacali nazionali e Aziendali
Su questo punto riteniamo di confermare quanto previsto dal CIA vigente e dall’impianto esistente, integrando e/o precisando, nel rinnovo, i seguenti temi :

Informazione sulle tipologie di assunzioni in riferimento agli strumenti del mercato del lavoro previsti dal CCNL

Confronto su : processi di internalizzazioni , esternalizzazioni , appalti, franchising.

Appalti
Si chiede di fornire alla RSA/RSU e alle OO.SS informazioni relative ad eventuali progetti di esternalizzazione e di appalto che l’Azienda intenda attuare nei punti vendita attivando confronti finalizzati. Si richiede di estendere le norme di tutela ai lavoratori eventualmente interessati al fine di garantire i diritti fondamentali e l’applicazione dei CCNL del settore di attività sottoscritti dalle Federazioni di categoria di CGIL,CISL e UIL. Si chiede, inoltre, di fornire in copia alle RSA/RSU i capitolati di appalto dei servizi esternalizzati.

Part- Time

Part-time post maternità
In materia di par-time post maternità, fermo restando l’applicazione del CCNL, si chiede l’innalzamento della percentuale di fruizione e di concreto accesso allo strumento.

Part-time
Nell’ambito della organizzazione del lavoro di ogni punto vendita, anche al fine di conciliare le esigenze aziendali di maggiore aderenza dell’orario dei part-time alle necessità dei punti vendita e le esigenze dei lavoratori ad incrementare il proprio orario di lavoro, a fronte del lavoro supplementare svolto in Azienda, si richiede di consolidare le ore supplementari effettuate nei due anni precedenti, individuando criteri condivisi tra i quali l’ordine di presentazione della domanda da parte delle lavoratrici/lavoratori che ne abbiano fatto espressa richiesta,

Prevedere ulteriori criteri per l’uscita dalle clausole di elasticità e flessibilità da parte del lavoratore

Organizzazione del lavoro
Nel rendere pienamente esigibile quanto stabilito nel capitolo relativo alle Relazioni Sindacali, si chiede un fattivo confronto e possibilità di intervento, finalizzato ad intese, in materia di organizzazione del lavoro, con particolare riferimento alla programmazione degli orari di lavoro, delle turnazioni e del lavoro domenicale e festivo, al fine di armonizzare i diversi trattamenti presenti nei punti vendita, favorendo sistemi di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

Orario di lavoro domenicale e festivo
Nel riaffermare che le liberalizzazioni degli orari commerciali hanno avuto come conseguenza l’aumento dei problemi organizzativi ed il peggioramento delle condizioni di vita e di lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori e nel ribadire la necessità di una legislazione e regolamentazione nazionale diversa in materia di orari commerciali, si chiede, su questo tema, un approccio condiviso, attraverso il quale si renda possibile il coinvolgimento e la partecipazione attiva di tutti i lavoratori nell’ambito della turnazione del lavoro domenicale, tenuto conto delle diverse posizioni contrattuali individuali, sulla base di una programmazione e pianificazione annuale che, ferma restando la volontarietà, sia improntata su di un’equa distribuzione dei carichi di lavoro e delle presenze, recependo prioritariamente la disponibilità dei lavoratori, nel confronto costante con la RSU/RSA e le OO.SS.,

Nel mettere in evidenza il valore sociale di alcune festività civili e religiose, si chiede di garantire, nelle suddette giornate, la chiusura dei punti vendita

Inquadramento
Si richiede di effettuare una verifica degli inquadramenti a fronte della evoluzione delle mansioni e delle responsabilità avvenute nel corso di questi anni.

Ambiente di lavoro
Si richiede di individuare adeguati investimenti in considerazione della particolare tipologia dei prodotti venduti, da utilizzare per formazione e informazione.

Formazione
Si richiede di concordare per tutti i lavoratori/trici corsi di formazione utilizzando i fondi di settore per la formazione professionale ( forte ).

Premio per obiettivi
Valorizzando la sperimentazione effettuata nell’ultimo rinnovo del CIA si richiede una revisione delle modalità individuate per la maturazione del salario variabile, ed, in ogni caso, di individuare un sistema premiante che tenda a garantire l’accesso al premio a tutti i punti vendita.