Feltrinelli, Piattaforma rinnovo CIA 01/04/2010

Piattaforma per il rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale di
FELTRINELLI

PREMESSA
Con il rinnovo del contratto integrativo le OOSS intendono qualificare ulteriormente le relazioni sindacali a tutti i livelli, rafforzare il secondo livello di contrattazione e contestualmente il ruolo dei delegati dando risposta ai bisogni espressi dai lavoratori e dell’azienda con l’obiettivo di migliorare le condizioni di lavoro, sviluppare e consolidare l’occupazione e la crescita del Gruppo.
Il Gruppo Feltrinelli pur in presenza della situazione di crisi generale, è stato in grado di mantenere l’occupazione e di confermare un piano di sviluppo attraverso un programma di nuove e importanti aperture.
La piattaforma per il rinnovo del Cia si pone, attraverso un confronto costruttivo finalizzato anche al recupero di efficienza aziendale, l’obiettivo di affrontare le nuove forme di organizzazione del lavoro, la stabilizzazione e lo sviluppo dell’occupazione, il miglioramento delle condizioni di lavoro oltre agli adeguamenti economici necessari.
Per questo assumono grande importanza il tema dell’organizzazione del lavoro, della flessibilità degli orari, delle tipologie di assunzioni, degli sviluppi professionali nonché di un premio in cui i lavoratori si riconoscano e si sentano partecipi per conseguire gli obiettivi utili al recupero dell’efficienza e della competitività aziendale che favorisca lo sviluppo.
In questo spirito le OO.SS e le RSA. presentano le seguenti richieste per il rinnovo del contratto integrativo aziendale.

DIRITTI D’ INFORMAZIONE
Al fine di qualificare, integrare e diffondere la prassi del confronto con l’azienda a tutti livelli, con particolare attenzione a quello territoriale e di punto vendita si propongono le seguenti integrazioni:

    Livello territoriale/punto vendita: incontri semestrali e in ogni caso su richiesta delle OOSS/RSU. Informazione preventiva su utilizzo di forme di assunzione diverse dal tempo indeterminato o determinato (contratti week end, stage, ecc.); consultazione preventiva OOSS/RSU a fronte di modifiche organizzative, comprendendo anche le modifiche agli orari di lavoro.


MERCATO DEL LAVORO
Nell’ottica della stabilizzazione dei livelli occupazionali e della regolamentazione delle forme precarie di lavoro si chiede:
CONTRATTI A TERMINE

    Superamento dei limiti numerici nell’applicazione del diritto di precedenza di cui all’art.17;

APPRENDITSTATO

    l’informazione territoriale e di punto vendita, preventiva e consuntiva circa i corsi di formazione rivolti agli apprendisti, con la specifica delle modalità attuative dei corsi stessi, come previsti in attuazione dell’ultimo CCNL del terziario;

STAGE

    definizione di: mansioni di riferimento, durata dei contratti, trattamento economico e stabilizzazioni.

PART TIME
Secondo il principio di equità e di parità di trattamenti tra lavoratori, si propone di migliorare le condizioni di lavoro dei part time con le seguenti proposte:

    regolamentazione di percorsi di incremento delle ore contrattuali al fine di stabilizzare l’incremento stesso;
    rispetto del diritto di precedenza su incrementi orari rispetto a nuove assunzioni;
    miglioramento della normativa riguardante le clausole flessibili ed elastiche.

CONCORSO SPESE PASTO

    estensione del buono pasto in caso di durata giornaliera minima dell’orario di lavoro prestato pari a 4 ore;
    aumento del valore del buono pasto.

BUONO OMAGGIO E SCONTISTICA DIPENDENTI

    Aumento dei valori attuali


ORGANIZZAZIONE DELL’ORARIO DI LAVORO
Al fine di diminuire il disagio dei lavoratori legato all’estensione degli orari di lavoro e alla loro flessibilità, e di favorire la conciliazione dei tempi di vita con quelli di lavoro, si propone:

    regolamentazione l’entrata anticipata e l’uscita posticipata degli addetti alle casse;
    rispetto della programmazione bimestrale con verifica e comunicazione preventiva e confronto con le OOSS/RSU in caso di necessità di modifica dell’orario settimanale ivi compresa la collocazione dei riposi;
    attuazione della sperimentazione finalizzata all’estensione della programmazione oraria fino al limite annuale.

Al fine di garantire la sicurezza dei lavoratori si chiede di trovare soluzioni tali da evitare la presenza di una singola persona nel turno di lavoro.

INQUADRAMENTI
Verifica e ridefinizione degli inquadramenti alla luce delle mansioni effettivamente svolte e/o delle nuove figure professionali derivanti dalle nuove forme di organizzazione del lavoro.

INDENNITA’ LAVORO DOMENICALE E FESTIVO E ORARI DISAGIATI

    si chiede un bonus aggiuntivo per il lavoro nei “superfestivi” dato il disagio che ciò comporta;
    si chiede un bonus aggiuntivo per il lavoro domenicale otre le 7 ore e per gli orari antecedenti le ore 8 e oltre le 20;
    rivedere la tabella art. 7 per renderla più lineare e adeguarla economicamente;

CHIUSURE FESTIVE
Alle chiusure previste dall’art. 5 del CIA, si chiede di aggiungere la giornata del 1° Maggio.

ORARI FLESSIBILI
Prevedere orari flessibili per particolari esigenze famigliari.

PREMIO VARIABILE
Al fine di rendere il premio variabile realmente raggiungibile, strettamente legato ai risultati e maggiormente verificabile, si propone:

    diminuzione del peso percentuale del livello di “gruppo”;
    eliminazione del livello “canale”;
    aumento della percentuale del canale “PDV” con l’individuazione di nuovi parametri di riferimento.

FILCAMS NAZIONALE
FISASCAT NAZIONALE
UILTUCS NAZIONALE
RSA AZIENDALI

Link Correlati
     Invio alla controparte