Artsana brand CHICCO, Piattaforma rinnovo CIA 30/03/2000

PIATTAFORMA PER LA STIPULA DEL
C.I.A. DEI DIPENDENTI DEI NEGOZI CHICCO-ARTSANA

Premessa

L’obiettivo è quello di procedere alla stipula del C.I.A. prevedendo anche l’estensione su tutto il territorio nazionale, per le materie attinenti, di quanto contenuto nel C.I.A. del territorio di Como.

Relazioni Sindacali

Si richiede l’esercizio del Diritto di Informazione-Confronto attraverso le seguenti articolazioni:

  • Livello nazionale
  • Incontri a cadenza semestrale di natura preventiva-consuntiva da tenersi sulle seguenti materie:
  • sviluppo (Investimenti legati a nuove aperture e percorsi di ristrutturazione)
  • Politiche commerciali
  • Andamento del Fatturato
  • Politiche formative e conseguente sviluppo professionale
  • Organici articolati per tipologia
  • Interventi per la sicurezza dei lavoratori in coerenza alla L.626/94;
  • Livello decentrato Territoriale
  • Incontri semestrali sulle stesse materie previste dal livello nazionale.
  • Livello di singolo punto vendita
  • Incontri da tenersi periodicamente su richiesta di una delle parti sulle seguenti tematiche:
  • andamento punto vendita
  • composizione organici
  • organizzazione del lavoro

    Diritti Sindacali

    Assemblee
    Si richiede un identico numero di ore di assemblea a quello previsto per i dipendenti della sede e che sia possibile indire assemblee in ogni punto vendita.

    RSU/RSA
    Si richiede, in deroga alla L.300/1970, di poter procedere all’elezione/nomina di un rappresentante sindacale in tutti i punti vendita con più di 10 dipendenti.
    Si richiede inoltre di procedere all’elezione di rappresentanti territoriali negli altri punti vendita.

    Permessi sindacali

    Si richiede un monte ore complessivo di 2 ore a dipendente.
    Permessi aggiuntivi per visite mediche

    Sicurezza

    Si richiede la verifica applicativa dell’accordo interconfederale al fine di ottemperare agli obblighi conseguenti (delegato alla sicurezza, monte ore permessi, formazione).

    Orario di lavoro Flessibilità – Domenicale

    Ferma restando la durata settimanale di 38 ore, si richiede che a livello di singolo punto vendita o territorialmente si concordino i nastri orari di lavoro.
    Programmazione flessibilità
    Si richiede una maggiorazione per il lavoro prestato la domenica.

    Ticket mensa

    Si richiede la trasformazione del premio presenza in buoni pasto e la determinazione del loro valore in L.10.000 (diecimilalire).

    Previdenza Integrativa

    Si richiede di maggiorare nella misura dello 0,45% la quota prevista dal CCNL di contribuzione da parte dell’azienda (0,55% + 0,45%).

    Pari opportunità

    Attivazione della normativa sulle pari opportunità anche attraverso processi formativi.

    Premio produttività

    Si richiede un salario variabile che abbia gli stessi valori di quanto stabilito per i lavoratori della Sede.
    Tale salario sarà legato al raggiungimento di obiettivi determinati da parametri che si individuano nei seguenti:

  • andamento del fatturato rapportato alle ore lavorate
  • presenza nelle giornate di domenica o di festività, nelle unità produttive.

    Una Tantum

    Si richiede inoltre la corresponsione di U.T. a copertura della vacanza contrattuale.

  • Link Correlati
         Invio alle controparti