OBI, Piattaforma primo CIA 03/08/2000

Piattaforma Rivendicativa
per 1° Accordo Aziendale Nazionale di II° Livello

1.Relazioni Sindacali

Si richiede di definire un modello di “Relazioni Sindacali” che preveda, a livello Nazionale e Territoriale, incontri annuali volti ad esercitare il diritto di informazione preventiva e consuntiva sulle seguenti materie:

§Andamento economico generale e punti vendita;
§Politiche commerciali – Investimenti, aperture, ristrutturazioni;
§Occupazione – Organici articolati per tipologia;
§Mercato del lavoro;
§Organizzazione del lavoro – Orari, turni ecc.;
§Inquadramento professionale
§Obiettivi di budget e/o fatturato
§Formazione
§Premio aziendale

In coerenza con quanto sopra, si richiede la compilazione, da parte aziendale, di schede informative per ogni singola unità produttiva, quale strumento per la verifica dei risultati consuntivi dell’anno di attività.
Al riguardo si richiede di predisporre un Fac-simile di “scheda” da allegare all’accordo.

2.FUNZIONAMENTO DELLE RELAZIONI SINDACALI

Per l’attivazione e la pratica gestione di quanto derivante dal modello di “Relazioni Sindacali” così come esplicitato al precedente punto 1., si richiede di istituire idonei strumenti, idonee modalità di utilizzo dei permessi sindacali e idonee modalità per la comunicazione delle informazioni, che permettano, a tutti i livelli, un più razionale ed efficace funzionamento delle relazioni sindacali stesse.
Al riguardo, in coerenza con le finalità sopra richiamate e non in antitesi con quanto in materia è regolato dalle specifiche norme di legge e contrattuali, si richiede di disciplinare i sotto riportati “strumenti”:

Strumenti

A) Coordinamento Nazionale delle R.S.U./R.S.A.

B) Gruppo di lavoro per le pari opportunità

C) Commissione Paritetica “Ambiente e sicurezza”

3. PROFESSIONALITA’

Si richiede un approfondito esame riguardante specifiche figure professionali operanti all’interno dei punti vendita.

4. FLESSIBILITA’

Si richiede, anche sulla base di quanto definito in materia del vigente CCNL di ricercare soluzioni idonee in tema di Flessiblità/orario di lavoro ivi compreso l’orario di lavoro svolto in domenica.

5. PREVIDENZA

Si richiede di aumentare la quota prevista per l’Azienda fino ad raggiungere l’1%

6. PREMIO DI PRODUTTIVITA’

Si richiede la revisione del premio aziendale, da valere anche per il personale degli uffici

7. ESTENSIONE C.I.A.

Si richiede che l’accordo nazionale, abbia validità anche per i lavoratori occupati nei negozi operanti in Franchising.

Link Correlati
     Invio alla controparte