Piano di McDonald’s per la mobilità

14/09/2006
    mercoled� 13 settembre 2006

    Pagina 25 – Economia e imprese

    Lavoro – Coinvolti 225mila addetti

      Piano di McDonald’s per la mobilit� nella Ue

      MILANO
      Una sorta di passaporto con tanto di certificazione delle competenze e della formazione. � l’iniziativa di McDonald’s che lancia McPassport, un vasto �programma europeo di mobilit� del personale nel settore privato – spiega l’azienda – che mira a promuovere la mobilit� del personale tra i Paesi dell’Unione europea�. Il programma, che ha infatti il placet della Commissione, si inserisce nel contesto dell’anno europeo della mobilit� dei lavoratori (Aeml).

      McPassport coinvolge circa 225mila dipendenti distribuiti nei 25 Stati membri e sar� a disposizione di quanti vogliono spostarsi, all’interno della Ue, da MsDonald’s all’altro. Proprio come un passaporto, fornisce una certificazione ufficiale della formazione e delle competenze che i lavoratori hanno acquisito nel loro paese di provenienza. Viene cos� fornita ai ristoranti McDonald’s degli altri stati una garanazia sulle credenziali del lavoratore. �Il McPassport – ha spiegato Denis Hennequin, presidente di McDonald’s Europa – sottolinea il nostro impegno verso un continuo miglioramento, cercando di soddisfare e premiare il pi� possibile chi lavora da McDonald’s. Crediamo che il McPassport ci aiuter� a migliorare i nostri standard di datore di lavoro, offrendo ai giovani quelle opportunit� di sviluppo innovative�.

      Mentre Vladimir Spidla, Commissario Europeo per l’Occupazione, gli Affari Sociali e le Pari Opportunit�, ha aggiunto: �C’� troppa poca mobilit� tra la maggior parte della forza lavoro europea. Il sostegno di societ� come McDonald’s � essenziale per lo sviluppo di una cultura di mobilit� a lungo termine. La Commissione pu� promuovere delle politiche, ma queste devono essere implementate sul campo�.