Piacenza. Commercio, sciopero in due puntate

10/06/2004

giovedì 10 giugno 2004  

Piacenza
Commercio, sciopero in due puntate
Giornata di stop tra venerdì 18 e sabato 19. «Vogliamo il contratto»

  Contratto scaduto da 18 mesi e negoziato fermo dopo otto mesi di trattative e due scioperi nazionali: la situazione di stallo ha spinto i sindacati dei categoria a indire una giornata di sciopero dei lavoratori nei settori terziario, distribuzione e servizi. Le modalità dello sciopero – annunciano i sindacati confederali di categoria Filcams-Cgil, Fiascat-Cisl e Uiltucs – prevedono un giorno di stop venerdì 18 giugno per le imprese che lavorano su 5 giorni e sabato 19 per le imprese che lavorano su sei giorni.

Per sabato 19 giugno è anche prevista una manifestazione nazionale a Roma, con corteo e comizio in piazza Navona. Da Piacenza i pullman partiranno venerdì sera alle 24 dal parcheggio Cheope in via IV Novembre. Altra fermata a Fiorenzuola mezz’ora, alle 24 e 30, dopo nella piazza del mercato. Il ritorno è previsto per la serata di sabato. Per prenotazioni e informazioni: 0523 – 459720, 0523 – 464700, 0523 – 335841. «Confcommercio – fanno sapere le organizzazioni sindacali – ha avanzato sul salario proteste ridicole (81 euro in quattro anni).

Anche sul part time le proposte sono inaccettabili». «Le nostre proposte – continuano i rappresentanti di categoria – puntano a stabilizzare i rapporti di lavoro, introducendo regole e diritti. Confcommercio vuole invece aumentare i rapporti di lavoro precari (part time, apprendistato, contratti di inserimento) in una logica di rapporto di lavoro individuale».

«Sosteniamo con forza – concludono i sindacati confederali – il contratto nazionale, perché è l’unico strumento di tutela per centinaia di migliaia di lavoratori».