Pezzotta: sì al negoziato sui contratti

03/12/2001

Il Sole 24 ORE.com






    Pezzotta: sì al negoziato sui contratti
(DAL NOSTRO INVIATO)

MODENA – C’è spazio per «apparecchiare» un tavolo sui livelli di contrattazione «rimodulando il peso dei contratti». Savino Pezzotta, segretario generale della Cisl, accoglie così l’invito-provocazione del sottosegretario al Welfare, Maurizio Sacconi, che venerdì aveva sollecitato le parti sociali a inaugurare un negoziato sulla contrattazione. Aziendale, territoriale, di categoria, nazionale: Sacconi ha indicato la strada della semplificazione dei contratti, sull’esempio di quanto da mesi tentano di fare gli spagnoli sotto l’occhio vigile del primo ministro Josè Maria Aznar. È il giro di interventi conclusivo al convegno organizzato dall’Adapt, la scuola di diritto comparato dell’università di Modena sulla partecipazione dei lavoratori. Guidalberto Guidi, responsabile delle relazioni industriali di Confindustria, censura senza mezzi termini «l’originalità» del sistema italiano. Originalità con cui Tiziano Treu, senatore della Margherita, ha fatto i conti nella veste di ministro del Lavoro. Sul versante sindacale, dal canto suo, Pezzotta «apre» al negoziato dichiarando la disponibilità della Cisl a rimodulare il peso specifico dei contratti, con un incremento di quello aziendale. Ipotesi che cattura l’interesse anche di Franco Lotito, segretario confederale della Uil. R.Fa.
Domenica 02 Dicembre 2001

 
|