PESARO URBINO, IL CONSIGLIO REGIONALE RIDUCE IL SERVIZIO DEI BAGNINI DI SALVATAGGIO

23/05/2012

23 maggio 2012

Pesaro Urbino, il consiglio regionale riduce il servizio dei bagnini di salvataggio

Il nuovo regolamento per l’utilizzo del demanio marittimo del consiglio regionale delle Marche ha apportato delle sostanziali modifiche alle attività dei Bagnini addetti di Salvataggio. Critiche la Filcams Cgil provinciale e la Federconsumatori.

“La riduzione dell’orario giornaliero di obbligatorietà del servizio dei bagnini addetti al salvataggio sulle spiagge (dalle 10 alle 18 e non più dalle 9.30 alle 19) nonché il notevole accorciamento del periodo in cui è richiesto il servizio (passando dal 19 maggio – 22 settembre; al 9 giugno – 2 settembre), pregiudicherebbe notevolmente il servizio per i bagnanti, peggiorando le condizioni di lavoro dei bagnini.” È quanto affermano in una nota congiunta la Filcams Cgil provinciale e la Federconsumatori.
“i clienti delle spiagge della provincia di Pesaro e Urbino subiranno un aumento dei prezzi di ombrelloni e lettini, ma avranno un servizio di sicurezza in spiaggia e in acqua più scadente”.
Secondo Filcams Cgil e Federconsumatori, inoltre, questo provvedimento pregiudicherà tanti posti di lavoro stagionali, in una provincia già colpita dalla crisi, e“i più fortunati che lavoreranno avranno un periodo di lavoro ridotto di quasi un mese su quattro”.
“Per tali motivi” concludono “non possiamo essere d’accordo” e “ confidiamo negli organismi istituzionali provinciali e comunali preposti alla valutazione, auspicando il rigetto del contenuto della delibera”.