Pesaro. Negli ospedali la guerra della ramazza

10/01/2002


Mercoledì 9 Gennaio 2002

APPALTI PULIZIE, ACCUSE DELLA CGIL

Negli ospedali la guerra della ramazza

FANO—Tensione sull’appalto delle pulizie negli ospedali dell’Asl 3 fra il sindacato Cgil e la ditta vincitrice. «Nel ricordo delle polemiche dei mesi scorsi – scrive la Filcams Cgil – tra la Sanital, che sta svolgendo il servizio di pulizia negli ospedali di Fano, Fossombrone e Pergola e la nostra organizzazione oggi possiamo affermare che avevamo perfettamente ragione, ma la ragione non ci consola». La Cgil punta l’indice contro il sistema degli appalti «sempre caratterizzato da problemi ma mai nella provincia si era arrivati a tanto nel calpestare i diritti dei lavoratori». Ma soprattutto le accuse riguardano la Sanital che per la Filcams non solo «non riesce a fornire un servizio di pulizia adeguato» ma è ritenuta responsabile «di violare le leggi e le norme relative al potere disciplinare, al contratto di lavoro». Quali? «Norme – puntualizza il sindacato – in materia di maggiorazioni dovute ai dipendenti per il lavoro straordinari, alla contribuzione, alla mancata giusta retribuzione sulla tredicesima mensilità di cui è stata pagata solo la metà di quella spettante, fino ad arrivare ad utilizzare in un appalto pubblico lavoratori non regolarizzati e pagati in nero». Nei prossimi giorni la Cgil convocherà l’assemblea del personale per decidere le iniziative per affrontare «questa ormai insostenibile situazione e chiedere all’Ufficio provinciale del lavoro la convocazione delle parti per il pagamento delle spettanze e per la definizione del giusto rapporto di lavoro» .