Perugia. Poste, scontro sulle pulizie

20/10/2006
    gioved� 19 ottobre 2006

    Edizione: Umbria regione/Perugia

      Poste, scontro sulle pulizie

        Torna la guerra delle pulizie alle Poste. Per tre giorni, a partite da oggi, stato di agitazione degli addetti aderenti alla Filcams Cgil e pulizie degli uffici della provincia a rischio. Il motivo della protesta � quello che ha portato gi� alla battaglia nelle scorse settimane: il pagamento degli stipendi (gli addetti sono pi� di 50) senza il rispetto della scadenza pattuito nel momento in cui l’impresa che si � aggiudicata l’appalto ha trovato l’accordo col sindacato.

        �Ma non c’� solo questo- spiega Fabio Di Carlo, segretario provinciale della Filcams Cgil- in realt� alcuni lavoratori si sono trovati tagliate le ferie non godute e poi non sono stati corrisposti i rimborsi chilometrici per gli spostamenti di chi deve raggiungere pi� di un ufficio da pulire durante la giornata lavorativa. E’ una vertenza non pi� rinviabile anche perch� l’appalto � ormai giunto a scadenza. E su questo versante dobbimao sottolineare il silenzio di Poste Spa che non ci ha ancora informato sul nome della ditta che si � aggiudicato il servizio. Per questo motivo-conclude Di Carlo- stiamo valutando la possibilit� non solo di un’altra giornata di sciopero ma anche di una manifestazione di protesta di fronte alla direzione regionale delle Poste�.