Comunicati Stampa

Perugia: anche il turismo è vittima del terremoto

05/01/2017
filcamsCgil_big

Il turismo è certamente una delle vittime del terremoto e a farne le spese, molto spesso, sono soprattutto le lavoratrici e i lavoratori del settore, in modo particolare quelli più precari (magari pagati anche con i voucher) e legati alla stagionalità.

A lanciare l’allarme, chiedendo un intervento immediato, è la Filcams Cgil di Perugia: “Un settore già in difficoltà per il perdurare della crisi economica generale e con molti lavoratori interessati dagli ammortizzatori sociali – afferma Cristina Taborro, della Filcams Cgil provinciale di Perugia – subisce un ulteriore indebolimento che, se non opportunamente contrastato, potrebbe risultare drammatico”. E se l’attivazione della cassa integrazione in deroga “è stato un provvedimento sicuramente utile per l’emergenza”, ora è necessario “pensare ad azioni che sostengano il settore nel medio e lungo periodo”, afferma Taborro.

Per questo la Filcams Cgil chiede l’apertura di un confronto tra istituzioni e forze sociali, “per condividere una strategia comune capace di rilanciare e promuovere i nostri siti turistici”. Secondo il sindacato sarà quindi necessario “investire molto in comunicazione e promozione, ma questo – sottolinea Taborro - andrà fatto in maniera coordinata, con una regia unica, ottimizzando le risorse. Non possiamo pensare che il problema sia solo e soltanto degli operatori del settore – conclude la segretaria Filcams – si tratta di un problema che riguarda una buona fetta del PIL del nostro territorio e quindi di un problema di tutti”.