Perde il controllo dello scooter muore a 28 anni in corso Europa a Genova

08/02/2010

Tragedia nella notte, la vittima è una guardia giurata

Lo schianto è stato terribile. Lo scooter ha distrutto un´auto posteggiata, poi ha tamponato quella davanti, che per l´impatto si è spostata ed è finita di traverso sul marciapiede. Emil Servetti è morto sul colpo, in una curva di corso Europa, a 28 anni. Aveva abitato per anni in via Fratelli Canale, a San Martino, e da poco tempo era andato a convivere con la fidanzata a Borgoratti. E proprio da lei stava ritornando sabato sera dopo aver trascorso la serata con gli amici a Nervi. La curva a sinistra dopo via Togliatti, a poche decine di metri dalla rampa che conduce al cavalcavia dell´autostrada A12, gli è stata fatale. Erano passate da poco le 3.30. Emil Servetti, guardia giurata in porto, al Terminal traghetti, era in sella a un potente Yamaha T-Max. Aveva appena salutato l´amico con cui si era fermato a fare quattro chiacchiere in viale delle Palme. Secondo la polizia municipale lo scooter andava a velocità piuttosto alta e questo è stato appurato soprattutto vedendo i danni provocati ai due veicoli in sosta. «L´Alfa 147, la prima auto urtata, era così distrutta, quasi sventrata, che per motivi di sicurezza siamo stati costretti a farla portare via dal carro attrezzi». Dai rilievi l´Infortunistica ha capito che la guardia giurata era sulla corsia di destra perché voleva chiudere la curva. La ruota davanti è scivolata, ha perso il controllo ed è andato dritto contro l´Alfa 146. Poi lo scooter è volato contro una Citroen e l´ha spinta contro la ringhiera tanto è stato violento l´urto. A chiamare i soccorsi sono stati alcuni automobilisti che hanno assistito impotenti alla tragedia. Quando il 118 e l´ambulanza sono arrivati sul posto, ormai per l´uomo non c´era più nulla da fare. Mentre la polizia municipale chiudeva una delle due corsie di corso Europa verso ponente per i rilievi, la salma è stata portata all´istituto di medicina legale a disposizione dell´autorità giudiziaria che ha richiesto l´autopsia. Il magistrato vuole fare chiarezza. Vuole capire se la guardia giurata ha avuto un malore, se è caduta per un guasto meccanico o se è tutta colpa della velocità. La moto è sotto sequestro e si trova in un deposito della polizia municipale in caso fosse necessario effettuare dei controlli sulla meccanica. Gli amici che avevano trascorso con lui la serata hanno saputo dopo poche ore cosa era accaduto. In tanti hanno raggiunto il punto della tragedia. Qualcuno parlava anche di un automobilista che avrebbe tagliato la strada alla guardia giurata costringendolo a una manovra di emergenza. Ipotesi che la polizia municipale per ora non esclude del tutto.