Per i «furbi» altri quattro mesi Tremonti allunga lo Scudo

18/12/2009

Come annunciato, lo scudo quater è arrivato. Con il decreto mille proroghe varato ieri la sanatoria per i capitali illegalmente esportati si prolunga fino al 30 aprile. Il tutto con un meccanismo che pare una sorta di corsa al condono: chi arriva prima, paga meno.«due scadenze, due aliquote», ha spiegato il ministro Giulio Tremonti al termine del consiglio dei ministri di ieri. «Dall’entrata in vigore del decreto e fino alla fine di febbraio l’aliquota sarà del 6%- ha detto il ministro interpellato alla Camera – mentre dal primo marzo al 30 aprile l’aliquota salirà al 7%».
DUE MILIARDI
Così in 24 ore si è chiuso il cerchio del condono: mentre la Camera varava la Finanziaria con il gettito della prima «tranche» al 5%, il governo pensava alla seconda con le due altre aliquote. Aparte il prelievo, tutte le altre caratteristiche, inclusi i soggetti beneficiari, dovrebbero rimanere uguali a quelle dell’edizione da poco conclusa. Con la nuova versione, lo Stato punta al rientro di altri 30 miliardi, con un incasso di circa 2 miliardi. La riapertura dei termini, a soli due giorni dalla scadenza dell’altra edizione, si è resa necessaria anche per l’elevato numero di contribuenti interessati che non hanno fatto in tempo a presentare tutta la documentazione nei termini richiesti. Ma da questa nuova versione si attende ovviamente un rientro minore (la gran parte dei rimpatri è stata effettuata) rispetto ai 100-110 miliardi di euro attesi dallo scudo-ter (5,5 miliardi di gettito).
LA LISTA DELLA SPESA
Del totale degli incassi, 3,7 miliardi sono già stati impiegati nella Finanziaria2010 per finanziare diversi capitoli di spesa. Resterebbero circa 1,8 miliardi, che insieme al nuovo «bottino» di 2 miliardi saranno destinati al nuovo dl incentivi (rottamazione, aumento detrazioni Irpef, e così via) che il governo intende approvare a gennaio. Per il momento il governo ha «cifrato in 1 euro» il nuovo scudo, così come ha già fatto con l’altro per evitare di fare previsioni.
CONFINDUSTRIA
La Confindustria applaude alla misura. «È un male necessario – commenta Emma Marcegaglia – che noi auspichiamo possa far arrivare risorse in Italia, anche all’interno delle imprese, per rafforzarle e capitalizzarle ». Difficile che sia così, visto che la sanatoria è anonima e in pochi accetteranno di rischiare di venire identificati. Condannadi Pier Luigi Bersani. «Dicono che pagano5 miliardi, ma se avessero pagato le tasse ne sarebbero entrati 40 in più», dichiara il segretario del Pd. Secondo Bersani lo scudo fiscale riapre «la stagione del condonismo» che si concluderà, come quelle precedenti, con un aumento delle tasse per chi già le paga. «Lo scudo – ha detto ancora il segretario del Pd – è uno schiaffo al cittadino che ha fatto il suo dovere, ed anche all’evasore normale, perché qui bisogna essere un super evasore per rientrarci. C’è poi la mitologia dei soldi che tornano e che stimolano l’economia, ma in realtà non è così: vista la libertà di movimento dei capitali e l’assenza di tracciabilità, quei soldi andranno dove vorranno».