Per Cgil Incontri: faccia a faccia tra Prodi e Epifani

14/06/2005
    martedì 14 giugno 2005

      Pagina 16

        Per Cgil Incontri
        faccia a faccia
        tra Prodi e Epifani
        A Serravalle Pistoiese: come salvare il Paese dalla crisi

          di Chiara Innocenti / Pistoia

            ARRIVA PRODI. Lo scorso anno il faccia a faccia tra Guglielmo Epifani e Luca Cordero di Montezemolo suggellò il disgelo tra Cgil e Confindustria. Quest’anno l’appuntamento clou del ciclo di incontri organizzati dalla Cgil a Serravalle Pistoiese è quello del 23 giugno tra Romano Prodi e Guglielmo Epifani. E, se la tradizione non mente, anche questa sarà un’occasione d’oro per i cronisti politici.

              La cittadina pistoiese, scelta da Cgil per la manifestazione Cgil Incontri, sarà dal 21 giugno al 3 luglio al centro del dibattito politico-economico nazionale. «Itinerari futuri – Parole e suoni» è il leit-motiv dell’edizione 2005. «Abbiamo voluto porci una serie di interrogativi su ciò che ci attende – spiega il segretario della Cgil pistoiese, Daniele Quiriconi – in un momento estremamente critico per le condizioni sociali ed economiche dell’ Italia, e di grande incertezza anche per la Toscana e per la nostra provincia. Pensiamo sia necessario parlare alla gente di programmi, di scelte che si intendono fare, concretamente, per risollevare il Paese da una situazione drammatica».

                Ecco allora che in questa cornice il faccia a faccia Prodi-Epifani del 23 pomeriggio assume uno spessore tutto particolare. E farà da apripista ad una serie di incontri e momenti di riflessione tra esponenti di spicco della scena politica italiana e dei sindacati nazionali, come Anna Finocchiaro, che venerdì 24 giugno parlerà, insieme ad esponenti della Cgil nazionale e della Confindustria, della partecipazione delle donne alla politica, al sindacato, alle associazioni. Renzo Innocenti e Rosy Bindi, il 29 giugno discuteranno invece del ruolo degli anziani nella società italiana.

                La questione irachena sarà protagonista il 1 luglio con Fabio Alberti, presidente di «Un ponte per…», e i parlamentari Famiano Crucianelli e Francesco Martone. Giulietto Chiesa sabato 2 luglio spiegherà cosa significa «Comunicare nel terzo millennio». Al centro del dibattito anche Pistoia: ne parleranno il 28 giugno Daniele Quiriconi, Renzo Berti, sindaco di Pistoia, Gianfranco Venturi, presidente della Provincia, Agostino Fragai, assessore Regionale, Carlo Stilli, direttore di Confindustria e Rinaldo Incerpi, presidente della locale Camera di Commercio. Comicità e satira, infine, con Paolo Hendel che chiuderà la festa con lo spettacolo Non ho parole.