Per Acqua Fiuggi offerta di Calfin

06/06/2001

Il Sole 24 ORE.com







    Per Acqua Fiuggi offerta di Calfin
    ROMA. Ancora una volta si torna a parlare di acqua di Fiuggi. La Calfin, che rappresenta una cordata di imprenditori romani guidata da Giovanni Calabrò e dalla famiglia Malavolta, avrebbe presentato una nuova proposta per rilevare il business dell’acqua e delle terme di Fiuggi in liquidazione. Lo affermano fonti vicine alla stessa cordata. Le quali aggiungono anche che Calfin avrebbe chiesto maggiori garazie sul diritto di prelazione vantato dall’Ente Fiuggi e dalla Banca di Roma.
    Le stesse fonti dichiarano che Calfin starattando una collaborazione di tipo industriale con il gruppo delle acque Uliveto e Rocchetta. Ma il presidente di questo gruppo, Francesco De Simone Niquesa, contattato dal Sole-24 Ore, ha dichiarato di essere stato solamente interpellato per «uno scambio di idee» da Giovanni Calabrò e di non avere trattative di nessun genere in corso con Calfin.
    La Calfin-Invest Food è una delle due cordate rimaste in gara per la privatizzazione (l’altra fa capo al gruppo Busi di Bologna). La stessa gara era stata chiusa dal Comune di Fiuggi che non aveva ritenuto valide le offerte pervenute e quindi aveva deciso di procedere a trattativa privata.
    Le fonti dichiarano che la Calfin avrebbe presentato per acqua e terme di Fiuggi un piano che prevede il pagamento cash di 90 miliardi, più altri 100 miliardi di investimenti quinquennali per un’operazione definita «molto complessa, che prevede anche una fase di rilancio».

    Mercoledí 06 Giugno 2001

 
|

vuoto


 
Copyright © 2000 24 ORE.com. Tutti i diritti riservati
   
…………………………………..