Pensioni: il governo rinvia tutto a settembre

17/07/2002


17 Luglio 2002



PENSIONI
Il governo rinvia tutto a settembre


Nulla di fatto all’incontro di ieri tra sindacati e rappresentanti del ministero del welfare. Alla riunione che era stata convocata da Maroni per fare il punto sull’aumento delle pensioni al minimo, non era presente il ministro, ma due sottosegretari, Alberto Brambilla e Grazia Sestini. I sindacati sono usciti dal ministero molto insoddisfatti perché in realtà i due sottosegretari non sono stati in grado di indicare i dati precisi sull’allargamento della platea dei beneficiari dell’aumento. «E’ stato un incontro inutile – ha commentato Betty Leone, la nuova segretaria generale dello Spi-Cgil – il governo non ha dati certi e non è stato in grado di specificare i criteri dell’allargamento eventuale della platea». Troppa confusione, poi, anche sulla sovrapposizione di assistenza e previdenza in questa operazione del governo. Nel frattempo della delega sulla previdenza complementare e i fondi pensione si è persa la traccia.