Pedus pulizie, lavoratrici in sciopero

08/04/2004


giovedì 8 aprile 2004
(pag.21)

Casagranda (Filcams): «Disastrosa la logica dell´appalto al massimo ribasso»


Pedus pulizie, lavoratrici in sciopero

    Le 300 lavoratrici Pedus che garantiscono la pulizia e la sanificazione sanitaria negli ospedali dell´Azienda provinciale incrociano le braccia oggi per rivendicare il diritto ad avere un contratto dignitoso, con il riconoscimento del lavoro festivo. La giornata di sciopero, proclamata dai sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl del Trentino e dalla Rsu, è legata alla vertenza per la conquista del primo contratto integrativo in azienda.
    La piattaforma sull´integrativo è stata approvata con il voto della maggioranza delle lavoratrici ad ottobre, ricorda il segretario generale della Filcams Cgil del Trentino, Ezio Casagranda, «ma dopo 4 mesi di discussione ci troviamo di fronte ad una netta ed immotivata chiusura sui contenuti delle richieste».
    «All´interno degli ospedali – prosegue Casagranda – le lavoratrici della Pedus sono le uniche a non godere di un contratto integrativo e a non vedersi riconosciuto il disagio del lavoro domenicale. Il loro salario è di 5,86 euro l´ora, comprensivo degli scatti di anzianità, mentre moltissime lavorano a tempo parziale e con orari estremamente flessibili».
    Secondo il segretario provinciale della Filcams Cgil «questa situazione è conseguente alla logica degli appalti al massimo ribasso che escludono la possibilità di contrattazione da parte dei lavoratori; ne consegue che i dirigenti dell´Azienda sanitaria e l´assessore Andreolli devono assumersi le loro responsabilità».
    «Quando fra un anno e mezzo si andrà al rinnovo dell´appalto – prosegue Casagranda – questi problemi si porranno in maniera ancora più evidente, perché non si può continuare a ridurre l´orario per avere la stessa prestazione. La qualità del lavoro va di pari passo con la qualità del servizio, e Pedus già lavora sottorganico. Questa è una logica perversa alla quale le lavoratrici hanno deciso di dire basta».
    Oggi le dipendenti del settore pulizie della Pedus presidieranno l´ingresso dell´ospedale S. Chiara a partire dalle 9.30, distribuendo un volantino in cui spiegano le ragioni della loro protesta.