Patronati: l’Inps prepara la stretta; questione di privacy

13/10/2005
    giovedì 13 ottobre 2005

    Indiscreto

    Patronati, l’Inps prepara la stretta
    Il motivo? Questione di privacy

    Dopo l’attacco del ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, ai patronati («bisogna liberalizzare il settore»), vita più difficile per i 26 enti gestiti da sindacati e associazioni imprenditoriali.

    Ieri nel consiglio di amministrazione dell’Inps non è passata l’ipotesi d’intesa, predisposta dalla direzione generale, tra lo stesso istituto e i patronati per riorganizzare i servizi.

    Il presidente dell’Inps, Gian Paolo Sassi, si è accorto che il protocollo prevedeva l’accesso dei patronati al casellario degli attivi, cioè la banca dati di tutte le posizioni contributive dei lavoratori italiani, e ha osservato che è necessario ottenere su questo il parere del Garante della privacy.

    Il consigliere Gian Piero Scanu (area Margherita) ha chiesto che l’intesa fosse messa all’ordine del giorno di una delle prossime riunioni del Cda, ma è passata la linea di aspettare prima il parere del Garante.

    (enr.ma.)