Partner Usa per Rinascente

18/11/2003



      Martedí 18 Novembre 2003

      Distribuzione


      Partner Usa per Rinascente

      Distribuzione – Accordo con il gruppo Simon per gestire in joint venture le gallerie commerciali


      MILANO – Cresce la presenza degli investitori stranieri nelle strutture distributive italiane, che offrono rendimenti molto alti sugli investimenti (superiori al 6-7% netto), rispetto alla media europea, inferiore di un paio di punti. Attualmente gran parte delle strutture distributive di più recente realizzazione e di maggior pregio sono in portafoglio a investitori esteri.
      Ieri il gruppo Simon, gigante Usa dell’immobiliare commerciale, ha annunciato ufficialmente la partnership con il gruppo Rinascente, un’operazione valutata complessivamente in circa 860 milioni di euro. Simon rafforza così le posizioni in Europa e sbarca sul mercato italiano.
      Rinascente ha un giro d’affari di oltre 6,1 miliardi di euro, circa 2mila punti vendita ed è partecipata dal gruppo francese Auchan (27,6 miliardi di euro di fatturato). Simon ha un patrimonio di 17 milioni di metri quadrati in 37 Stati Usa (il giro d’affari ammonta a circa 40 miliardi di dollari), ed ha avviato investimenti in Canada, Francia e Polonia.
      E veniamo ai termini del’intesa. Simon property group e Gruppo Rinascente (controllato pariteticamente da Ifil e Auchan) hanno raggiunto una intesa per la costituzione di una joint venture destinata a gestire e sviluppare gallerie commerciali in Italia. La nuova società sarà denominata appunto Gallerie commerciali Italia (Gci), a questa società Rinascente conferirà le proprie strutture e il 49% di Gci sarà quindi ceduto al gruppo Simon. La nuova società sarà operativa dall’inizio di dicembre. Mediobanca e Jp Morgan sono stati advisor dei due partner insieme con i legali Grande Stevens e Chiomenti.
      La valutazione delle attività – come detto – si aggira sugli 860 milioni di euro. Però nel regolamento dell’operazione sono compresi anche debiti e perdite. Per il gruppo Simon l’investimento diretto risulta quindi pari a 182 milioni di euro, per la quota nella Gci. Rinascente, in particolare, conferisce 38 tra gallerie e centri commerciali che nel complesso dispongono di 244mila metri di superfici affittate a imprenditori della distribuzione. Ma la cosa più importante è che nel portafoglio Gci ci sono almeno una quarantina di nuovi progetti per complessi distributivi, per un totale di 412mila metri quadrati di superficie commerciale, da realizzare nei prossimi cinque anni. Insomma, Rinascente acquisisce un partner di rilievo mondiale, mentre Simon potrà giocare un ruolo di riferimento sul mercato italiano e confrontarsi ad armi pari con gli altri gruppi stranieri presenti in Italia, tra cui il gruppo transalpino Klèpièrre che siglato un’alleanza con Carrefour e Finiper nelle gallerie commerciali in Italia.
      Per Rinascente – come ha sottolineato l’amministratore delegato Benoit Lheureux, amministratore delegato del gruppo per l’area alimentare – si aprono nuove prospettive nella gestione del business delle gallerie commerciali e arrivano nuove risorse per sostenere i programmi di sviluppo. David Simon, amministratore delegato del gruppo americano ha rimarcato l’importanza dell’accordo per lo sviluppo sullo scenario europeo. Rinascente peraltro è partner di Auchan, una delle realtà leader nella distribuzione in Europa, e con forti impegni sullo sviluppo immobiliare in Francia, in varie parti d’Europa e in Asia.
      Aumenta la presenza nel nostro paese anche il gruppo olandese Eurocommercial properties (Ep), con l’acquisto dell’8° centro commerciale. Si tratta del Centro Lame di Bologna che la Eurocommercial ha rilevato dal gruppo Coop per un valore di 26,8 milioni di euro e con un rendimento netto iniziale stimato intorno a quota 6,35 per cento. Nello stesso tempo la Eurocommercial ha completato l’acquisizione dalla Coopsette del Mantova retail park (yield del 7,2%).

      VINCENZO CHIERCHIA

      Due big a confronto
      • Il gruppo Rinascente conta 30mila

      dipendenti, circa 2mila punti vendita nel
      complesso. Il giro d’affari si aggira su
      quota 6,2 miliardi di euro. Il controllo fa
      capo a Ifil (famiglia Agnelli) e a Auchan,
      gruppo francese della grande distribuzione
      controllato dalla famiglia Muillez. Auchan
      opera in 12 Paesi e ha un giro d’affari di
      circa 28 miliardi di euro.

      • Simon property group ha sede a

      Indianapolis, nello Stato americano
      dell’Indiana. Quotato a Wall Street il
      gruppo Simon è specializzato in fondi di
      investimento immobiliari, ed ha la
      gestione di circa 250 strutture
      commerciali, per una superficie globale
      pari a 17 milioni di metri quadrati, in 37
      Stati Usa. Il totale delle attività si aggira
      sui 40 miliardi di dollari. Al di fuori degli
      Stati Uniti, il gruppo Simon ha acquisito
      strutture immobiliari in Canada, Francia
      e Polonia. Con l’accordo siglato in Italia
      il gruppo Simon accresce notevolmente
      la propria presenza e pone le premesse
      per una ulteriore accelerazione degli
      investimenti sull’intero scenario
      europeo.