PARMATOUR: SCONCERTO E PREOCCUPAZIONE: ASSEMBLEA SINDACALE IN SEDE

24/02/2004

FILCAMS-Cgil FISASCAT-Cisl UILTUCS-Uil
Federazioni lavoratori commercio turismo servizi

24 febbraio 2004

PARMATOUR: SCONCERTO E PREOCCUPAZIONE: ASSEMBLEA SINDACALE IN SEDE

Le dichiarazioni rese dal ministro delle Attività Produttive, Antonio Marzano, sul futuro del gruppo Parmatour hanno destato viva preoccupazione.

Le segreterie di Filcams Fisascat Uiltucs non nascondono il loro sconcerto per quanto affermato dal ministro, soprattutto per il fatto che le sue esternazioni paiono il frutto di pura convinzione personale. «Il ministro dice che Parmatour va venduta, ma sa dirci in che modo ciò avverrebbe e a chi?». In realtà – sostengono le tre federazioni sindacali –, per Parmatour non c’è attenzione e non ci sono idee.

Anche il commissario Enrico Bondi, sebbene vi sia stato un incontro con un suo delegato, ai sindacati non fa sapere nulla. Non c’è comunicazione con noi – dicono Filcams Fisascat Uiltucs.

C’è poi il problema delle biglietterie aeree, una delle attività centrali di agenzia, per le quali si attende il ripristino del funzionamento, assolutamente necessario. Senza biglietteria – dicono i sindacati – un’agenzia di viaggio può solo andare alla chiusura.

Per questa somma di ragioni Filcams Fisascat Uiltucs hanno convocato per domani mattina, mercoledì, l’assemblee dei dipendenti della sede centrale Parmatour. Si prenderanno decisioni – dicono i sindacati –, non è escluso che le assemblee siano estese a tutte le sedi di lavoro.

Il gruppo Parmatour, oltre che a Parma, ha sedi a Milano, Torino, Roma e Pordenone; agenzie di viaggio in città medie e piccole e villaggi turistici in Italia e nel mondo.