PARMATOUR: PER I SINDACATI LE AFFERMAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO BONDI SONO «INFONDATE E OFFENSIVE»

22/10/2004

FILCAMS-Cgil FISASCAT-Cisl UILTUCS-Uil
Federazioni lavoratori commercio turismo servizi

22 ottobre 2004

PARMATOUR: PER I SINDACATI LE AFFERMAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO BONDI SONO «INFONDATE E OFFENSIVE»

Filcams Fisascat Uiltucs prendono posizione circa le affermazioni contenute nel rapporto sullo stato di Parmatour diffuso dal commissario straordinario del gruppo Enrico Bondi. Soffermandosi sulle cause dell’insolvenza di Parmatour, il commissario scrive: «Si rileva che parte delle perdite derivino da appropriazioni senza giustificazione effettuate da dipendenti ed ex amministratori».

Al ministero delle Attività Produttive e all’Amministrazione Straordinaria di Parmatour, le tre federazioni del turismo hanno inviato la seguente nota:

«Siamo stupiti da quanto leggiamo sulla stampa di oggi, venerdì 22 ottobre, (es. il Sole 24 Ore) e dell’ovvio risalto che alla notizia ha dato la stampa specializzata, compresa quella on line costantemente letta dagli operatori del settore in merito a quanto scritto, che riporta la seguente affermazione del dott. Bondi: "Si rileva che parte delle perdite derivino da appropriazioni senza giustificazione effettuate da dipendenti ed ex-amministratori".

«Tali affermazioni, oltre ad essere infondate ed offensive per la generalità dei dipendenti, e rispetto alle quali si pretende un immediato intervento chiarificatore, confermano quanto questa Amministrazione Straordinaria continui, con simili comportamenti, a far deteriorare ulteriormente l’immagine di Parmatour che, vale la pena ricordare, opera nel settore turistico.

«Si resta in urgente attesa dei necessari chiarimenti riservandosi, a tutela della dignità delle persone, ogni azione di tipo sindacale e legale».