Parmalat: altre perquisizioni nel settore turistico

20/04/2004

GAZZETTA DI PARMA

20 aprile 2004

    FILONE TURISTICO: LA GDF ANCHE DA VACCHI

    Le Fiamme gialle perquisiscono le case e gli uffici di Paola Visconti

    BOLOGNA – La guardia di finanza di Bologna ha perquisito le abitazioni e gli uffici di Paola Visconti, nipote di Calisto Tanzi e indagata a Parma nell’ambito dell’inchiesta sul crac di Parmalat, e di Gianluca Vacchi, ex presidente del cda di Lastminutetour, la società di viaggi che fu acquistata nel 2001 dalla holding di turismo di Tanzi e che attualmente è in vendita.

    Le perquisizioni della fiamme gialle rientrano negli atti di indagine che riguardano il filone turistico dell’inchiesta, che il 17 febbraio scorso aveva portato in carcere anche Francesca e Stefano Tanzi (ora rispettivamente in libertà e ai domiciliari). Al centro degli accertamenti in particolare ci sarebbe l’acquisto da parte della società turistica di Tanzi della Lastminutetour pagata circa 50 miliardi di lire: una somma, secondo le ricostruzione fatte nel corso dell’inchiesta, quasi doppia rispetto alla valutazione dell’epoca di Lastminutetour.

    Secondo quanto si è appreso i militari della Gdf hanno perquisito l’abitazione nel capoluogo emiliano di Paola Visconti, per poi passare a un’altra casa a Milano, dove la Visconti avrebbe recentemente trasferito la residenza. Le perquisizioni si sono anche tenute nell’abitazione e negli uffici di Vacchi: ora gli investigatori dovranno valutare i documenti trovati.

    Due settimane fa, anche sul settore turistico, era stato interrogato a Parma per oltre 11 ore l’ex presidente di Parmatour Romano Bernardoni, uomo di fiducia di Tanzi, finito in manette il 25 febbraio e poi messo ai domiciliari.