Panorama – Esito incontro del 25 giugno 2009

Roma, 1 luglio 2009

Alle Filcams – CGIL
Regionali e Territoriali

Loro Sedi


Testo Unitario

Oggetto: Panorama esito incontro 25 giugno 2009.


Il 25 giugno u.s. si è tenuto l’incontro con Panorama, non vi sono novità sostanziali rispetto a quanto scritto nella circolare del 13 maggio u.s..

Le segreterie Nazionali hanno ribadito all’azienda quanto emerso dalla riunione del coordinamento nazionale effettuato al mattino in merito al rinnovo del contratto integrativo aziendale e alle preoccupazioni per lo “stato” in cui versano molti ipermercati:

- Che siamo per rinnovare il contratto integrativo ma, considerato che si avvicina il periodo feriale e vista la necessità che tutti i lavoratori e le lavoratrici siano coinvolti nella consultazione sull’ipotesi di piattaforma che sarà varata successivamente, la piattaforma potrà essere inviata all’azienda a fine settembre.
- Abbiamo sottolineato come l’azienda non rispetti gli accordi sottoscritti, ad esempio non ha a suo tempo inviato le informazioni trimestrali sugli organici, ecc. alle RSU/OO.SS. territoriali, così come, in molti ipermercati, non si sono sviluppati i confronti finalizzati alle intese in relazione all’organizzazione del lavoro e la procedura di mobilità di cui all’accordo dello scorso anno.
- Che vi sono punti vendita in uno stato “di quasi abbandono”, reparti assistiti chiusi per alcune ore al giorno, ecc.; che l’azienda ha terziarizzato in alcuni iper il reparto macelleria senza effettuare alcune intese con le OO.SS., ecc..
- Che in alcuni iper l’azienda sta facendo forzature sulle cassiere affinché accettino planex A, disattendendo l’accordo che prevedeva confronti a prescindere da planex A, ecc..

L’azienda ha comunicato che continua il calo delle vendite/fatturato seppur in modo contenuto rispetto agli anni precedenti, diminuiscono i clienti, mentre lo scontrino medio vede un leggero incremento. L’azienda punta ad avere prodotti locali negli ipermercati e sta effettuando studi e sperimentazioni ad hoc, così come stanno lavorando sugli assortimenti e su prodotti a marchio proprio. Hanno aumentato le promozioni, investono molto sui prezzi per mantenere i volumi di vendita, ma ciò incide sul margine che si riduce. Sperimenteranno nel Lazio, entro fine anno, il “kilometro 0” per legare la produzione e la vendita dei prodotti al territorio, nella ricerca della qualità. In merito alle esternalizzazioni del reparto macelleria l’azienda ha dichiarato che ciò è avvenuto perché non trovano mano d’opera specializzata.

Il merito al contratto integrativo aziendale, l’azienda ha ribadito quanto comunicatoci nell’incontro precedente, aggiungendo che anche l’integrazione della malattia prevista dal C.I.A. è un costo.
Le Segreterie nazionali hanno ribadito che il rinnovo del contratto integrativo aziendale non può significare riduzione di diritti o norme oggi presenti. Infatti, i principali concorrenti hanno contratti aziendali analoghi e in alcune casi hanno costi superiori, è quindi evidente che abbiamo idee diametralmente opposte. Abbiamo ulteriormente ribadito la necessità che si sviluppino i confronti finalizzati alle intese di cui all’accordo al Ministero del Lavoro e che l’azienda “eviti di fare forzature”.

Le Segreterie Nazionali elaboreranno una bozza per l’ipotesi di piattaforma che sarà discussa in un coordinamento nazionale (vi comunicheremo successivamente la data) a cui seguiranno nel mese di settembre, le assemblee di consultazione. La piattaforma definitiva, sarà poi inviata all’azienda.

Cordiali saluti.



p. La Filcams CGIL Nazionale
( Marinella Meschieri )