Panmedia, B&S, Holding dell’Arredo, Emmedue, aggiornamenti 11/07/2011

Roma, 11 luglio 2011

Vi fornisco alcune informazioni sull’evoluzione delle vertenze in oggetto.

Ammissioni allo stato passivo: i dipendenti B&S e Holding dell’arredo, dovranno presentare la richiesta anche a Panmedia. Infatti i curatori fallimentari, al momento della revoca del contratto di affitto a Panmedia, non hanno espressamente previsto l’accollo dei debiti. Pertanto la richiesta dovrà essere fatta per l’intero credito vantato dai dipendenti, sia presso il tribunale di Torino, che presso quello di Roma (HdA), o di Tivoli (B&S). Le richieste potranno essere fatte tramite gli uffici Procedure Concorsuali della CGIL di Roma Lazio (HdA e B&S), e di Torino (panmedia). In allegato invio le rispettive modulistiche, che andranno inviate con i documenti previsti, e la relativa domiciliazione dei lavoratori.

Cigs HdA: il decreto prevede la Cigs fino al 31 dicembre, in quanto i lavoratori interessati sono in numero inferiore a 200 e viene quindi rifinanziata di anno in anno.. Il curatore fallimentare ha erroneamente diffuso la notizia che si tratta di Cigs in deroga. La differenza è sostanziale. Infatti nel nostro caso vale l’accordo già sottoscritto e che prevede la Cigs fino al 28 febbraio del 2012. non sarà necessario un nuovo accordo. Per la Cigs in deroga sarebbe necessario un nuovo accordo e sarebbe, inoltre, soggetta alla conferenza Stato – Regioni. L’iter sarebbe molto più lungo.

M2: è stata dichiarata fallita, ed è stata nominata una curatrice fallimentare. Ho avuto un breve colloquio telefonico, sollecitandola ad intraprendere velocemente il percorso già fatto per le altre aziende. Ci dovremo risentire lunedì per concordare il tutto.
E’ chiaro che in questo caso l’emergenza è la Cigs.

Vi aggiornerò sui prossimi sviluppi.

p/FILCAMS Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi