Pam, Piattaforma rinnovo CIA 13/09/2000

DOCUMENTO SUL RINNOVO C.I.A. PAM

La Piattaforma per il rinnovo del C.I.A per i dipendenti di PAM Supermercati e Gruppo PAM si apre in un quadro completamente modificato nel mondo della distribuzione organizzata rispetto alla situazione di quattro anni fa.

Le concentrazioni di catene anche Europee (Auchan – Rinascente) (Carrefour – Promodes – G.S.), la vendita di Standa con la nascita di una nuova Coin, hanno sconvolto la configurazione della distribuzione organizzata soprattutto alimentare.

Il Gruppo PAM è stato protagonista in questa riorganizzazione sia acquisendo SUPERAL sia incrementando lo sviluppo di Panorama e discount.

L’acquisto di SUPERAL ha permesso a PAM di raddoppiare il proprio fatturato, di essere presente in Toscana in maniera massiccia, al pari dei concorrenti Coop ed Esselunga, e ha rafforzato la propria presenza nelle altre regioni del centro.

Oggi PAM, Esselunga e Coop sono i tre Gruppi italiani rimasti nel mondo della distribuzione organizzata.

Se questo è il “quadro” quali problemi si pongono nel rinnovo del C.I.A.

L’unificazione contrattuale PAM-Superal è arrivata al capolinea e oggi noi dovremo decidere quale CIA per i dipendenti PAM tutti le condizioni di miglior favore per gli ex Superal, gli avanzamenti necessari per tutti.

Il problema esiste, negli accordi di passaggio da Superal a PAM abbiamo scritto che ognuno rimaneva con il rispettivo integrativo fino alla scadenza dell’accordo PAM già scaduto.

La necessità di stabilire regole normative uniche e più avanzate deriva anche dal fatto che alle nuove assunzioni nei negozi ex-Superal viene applicata la normativa derivante dal CIA PAM.

Questo nel rispetto dei diritti acquisiti dai lavoratori di Superal.

La vertenza PAM dovrebbe avere al centro il sistema di Relazioni Sindacali ai diversi livelli oltre prevedere l’armonizzazione dei diritti sindacali.
In particolare a livello regionale e di unità produttiva sono demandati tutti i temi relativi alla distribuzione degli orari e all’organizzazione del lavoro, mercato del lavoro, nonché la scelta di parametri relativi al salario variabile. Vanno poi uniformati i diritti sindacali.
Sull’orario di lavoro potremo pensare ad una omogeneizzazione tra PAM e Superal che sancisca in tutto il Gruppo un avanzamento, pur mantenendo i diritti acquisiti dei dipendenti ex Superal.

Normativa

Sancire in tutto il Gruppo il riconoscimento delle maggiorazioni per il lavoro festivo e domenicale, interventi vanno poi fatti sulla malattia, infortunio, sul libretto sanitario e su altre normative.

Mercato del Lavoro

Questo titolo andrà contrattato nel decentramento. Attenzione alle nuove tipologie di assunzione
( l’interinale/lavoratori atipici) e Contratto a Termine e Part-time anche in relazione alla nuova legge.

626 e Ambiente di lavoro

§Formazione per delegati 626;
§Agibilità RLS;
§Come si verificano i risultati del lavoro degli addetti alla sicurezza.

Salario

Unificazione del Premio di Produzione in unica voce per tutti i dipendenti alla media della G.D.

Premio variabile

§Prevedere un premio all’indice generale per l’insieme degli addetti in percentuale intorno al 30% del totale che concorderemo, questo premio potrà avere le stesse caratteristiche del premio precedente PAM.
§L’altra parte del premio sarà legata ad obiettivi e parametri decisi a livello decentrato in relazione ad obiettivi concordati tra le parti.

Un aspetto particolare riguarda il premio variabile per il Gruppo PAM ed in particolare i magazzini , mi verrebbe da dire, rimasti “residui”.

Occorre rivedere il meccanismo stabilito nell’ultimo integrativo perché è inefficace o produce malcontento che poi non paga nessuno.

In ultimo dovremo, da questo integrativo, un percorso che permetta di iniziare un ragionamento su tutto il gruppo PAM con anche IN’S – Metà – BreaK – Panorama