Pam cresce al Sud con il franchising

25/05/2007
    venerd� 25 maggio 2007

    Pagina 23 – Economia e imprese

    Accordi in Sicilia, calabria e Puglia

      Pam cresce al Sud
      con il franchising

        Claudio Pasqualetto

          Con discrezione ma anche con una robusta determinazione il gruppo Pam, uno dei leader italiani nel settore della Gdo, ha cominciato a guardare al Sud. Ha gi� reso operativo un accordo di master franchising con tre piccole catene di supermercati in Sicilia, ha appena realizzato una analoga operazione in Calabria con altrettanti partner e sta concludendo la trattativa per una terza iniziativa che riguarder�, a partire dal 2008, la Puglia. �Abbiamo scelto una soluzione che si limita alla nostra insegna ed al know how operativo, gestionale ed organizzativo – spiega Arturo Bastianello, amministratore delegato del gruppo veneziano – lasciando ai nostri oartner un ampio margine di autonomia soprattutto nei rapporti con i fornitori. Questo perch� sarebbe oneroso per noi realizzare centrali di rifornimento in una zona in cui ci affacciamo ora e che comunque riteniamo interessante per il nostro sviluppo�.

          �Per quest’anno, intanto – aggiunge il consigliere delegato Salvatore Dina – la nostra discesa verso Sud ci porter� all’apertura di due ipermercati Panorama ad Ariccia e Cassino che si aggiungeranno a 18 nuovi hard discount e 3 supermercati�.

          Il gruppo Pam non rallenta, quindi, i suoi piani di sviluppo. Sta concludendo quanto previsto nel 2004 da un piano poliennale che prevedeva un investimento di oltre 1 miliardo di euro e mantiene stabile una spesa in nuove strutture fra i 200 ed i 300 milioni ogni anno. �Nonostante l’uncertezza sulla ripresa dei consumi – sottolinea Bastianello – nel 2006 il fatturato di gruppo � cresciuto a rete ologenea dell’1,5% contro un calo nazionale del settore stimato al 3,5%. Abbiamo chiuso l’anno a 2.655,7 milioni di euro ma abbiamo registrato soprattutto un rilevante incremento della redditivit�: l’Ebitda � salito da 121,3 a 130,2 milioni e il risultato operativo � passato da 56,7 a 62,6 milioni�.

          In particolare il segmento dei supermercati ha visto crescere il fatturato dell’1,27%, mentre nei discount a marchio In’s la crescita � stata del 2,83% ed � sostenuta in questi mesi anche da importanti interventi sul formato che riguardano soprattutto il completamento dell’offerta dei prodotti primari, dai latticini all’ortofrutta.

          �Risultati molto positivi – dice ancora Arturo Bastianello – sono venuti poi dal frachising: abbiamo chiuso l’anno con 178 punti vendita affiliati ed una domanda che continua ad essere molto sostenuta grazie anche alla riscoperta dei cosiddetti negozi di prossimit� che possono trovare in questa formula i necessari elementi di competitivit�.

          Il gruppo Pam, che � attivo anche nel retail internazionale partecipando pariteticamente con Stefanel a Nuance, leader mondiale dei duty-free, sta poi riposizionando sui centri commerciali la sua attivit� di ristorazione che ha come marchio principale Brek. �Abbiamo attualmente 38 punti vendita – ricorda Bastianello – ed il nostro obiettivo � una sorta di offerta-matrioska che spazia dal piccolo bar al ristorante ad offerta completa�.